Jump to content

Mattari

Members
  • Content Count

    33
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    5

Mattari last won the day on December 6 2019

Mattari had the most liked content!

About Mattari

  • Rank
    Marco Giuttari
  • Birthday 06/27/1975

Profile Information

  • Sesso
    Male
  • Location
    Vienna

Previous Fields

  • Punti Patente
    20

Recent Profile Visitors

272 profile views
  1. 69 giri col Cefax. Un po' davanti e un po' dietro. (Molte ragazze ucciderebbero per fare uguale ) Gara stupenda. Alla partenza con 30 fps scarsi cerco solo di contenere i danni e non farne. Inoltre non devo essere partito benissimo di mio ed infatti mi passano subito Morandi e Zanobini in curva 1. Comunque li risorpasso subito. Zanobini in curva 4 e Morandi nel drittone Andretti dopo la Moss. Alla fine del primo giro sono di nuovo dietro al Cefax. Ci scambiamo un paio di volte di posizione, ma per il resto una battaglia tiratissima per quasi 70 giri sul filo del decimo perso e guadagnato ad ogni giro. Provo anche l'undercut per provare a passarlo, ma in uscita dai box rischio di fare un casino con Porreca e quando si ferma Simone esce comunque davanti. Continua la danza sincronizzata fino al giro 66 giro quando perdo il posteriore alla Moss e salvo il testacoda per miracolo. Ma perdo comunque 3-4 secondi. Donato Porreca e Otto Legnaro iniziano a sentire gli odori dei miei scarichi ed io dopo 3 giri faccio lo stesso identico errore alla Moss. Altri 3-4 secondi persi e Otto passa e ringrazia. Provo a ri-attaccare subito alla curva 8 all'esterno , ma le posteriori sembrano belle cotte e per poco non mi metto la Williams per cappello. Non capisco se ho finito le gomme o il cervello, ma fatto sta che da quel momento i miei tempi si alzano di un secondo buono e Donato ci mette poco a riavvicinarsi e passarmi. Se Rossetti e Vigni non avessero avuto guasti avrei fatto nono. Ed invece settimo. Non male. Complimenti a tutto il podio, ma soprattutto a Favorito e Nania che nonostante io stessi avendo l'impressione di star facendo una gara pulita e veloce, mi hanno doppiato a quasi venti giri dalla fine. In effetti abbastanza demoralizzante..... Alla prossima.
  2. Io ero già registrato. Ma ho visto che, ad oggi, in pochissimi hanno seguito le indicazioni di questo thread.
  3. Complimenti, Niccoló. I replay sono qui sopra in un post di Giacomo.
  4. Mai corso prima a Bathurst. Amore a prima vista! Quarto in qualifica, superato all'ultimo secondo da Carturan. Miglior qualifica per me in ROTW. Parto concentrato e passo Porreca che sintonizzava la radio. Sono terzo al Mountain Straight. In curva 2 vado un po' largo e Tortella mi infila. Mi attacco ai suoi scarichi e per tutta la montagna ed in fondo al Conrod Straight stacco forte. Lorenzo si prende un infarto e preferisce scansarsi sull'erba. Tranquiiiiiiillooooooooooooo. Non ti prendevo. (forse....) Nel frattempo mi accorgo che Carturan è stato disconnesso. Checazz.... Capisco benissimo l' incazzatura. Sono secondo! Melonari "fa un altro mestiere" e va per la sua strada sempre più lontano lì davanti in fondo. Per un paio di giri riesco a tenere a distanza Donato. Poi lui ingrana e mi recupera. Alla fine del sesto giro mi passa facile alla 21 e non mi pare saggio opporre troppa resistenza in quel momento. Mi cala un attimo la tensione ed in curva 1 perdo il punto di staccata. Vado lungo sull'erba e Bilancini mi passa. In cima alla montagna vado ancora largo sull'erba, stavolta in curva 10. E mi passa Rotundo. Mi guardo negli occhi e mi schiaffeggio virtualmente "Maporc...... Contegno!" Torno col cervello sulla pista e riesco subito a ripassare Rotundo sul traguardo. Prendo un buon vantaggio di sicurezza e arrivo quarto a metà gara. Ecco....Qui finisce l'amore. Faccio la sosta e combino qualche casino con la tabella box o qualcosa del genere, perché in cima alla montagna lo spotter mi avverte che la benzina è finita. Già. Ai box non m'hanno fatto rifornimento. Grazie all'esperienza da giovane squattrinato che per risparmiare faceva le discese in folle, riesco ad arrivare fin dentro il box con la frizione premuta. Vabbe'. Esco 12esimo tra Monaco e Porreca. Capisco di non essere l'unico ad aver bestemmiato forte stasera. Non è facile sorpassare Monaco. Infatti per 3 giri non ci riesco e Porreca mi si fa sotto. Al 21esimo giro Monaco va in testa coda al tornantino 18, in fondo al corridoio. Io freno e riesco a scansarlo. Donato riesce a non perdere velocità e sul Conrod mi passa facile. Di nuovo. Vedo che la Bentley di Donato ha un vaso di gerani al posto dell'estrattore. Ed infatti la mia Audi ne ha di più. Passarlo, però, è un parola. Ci provo un paio di volte ed al 24esimo giro in fondo al Conrod in curva 21 penso di esserci riuscito. Invece Donato tiene bene l'esterno e mi lascia un po' di spazio. Io sfioro il cordolo interno, do troppo sterzo e vado in testacoda. Donato saluta col clacson e Giusto Giovannelli passa e prende troppo vantaggio. Girà bene e costante e non c'è abbastanza tempo. Lo riprendo solo all'ultimo giro. Decimo. Peccato. Però che divertimento! Congratulazioni a Bilancini campione dell'Esport GT Series e a Tortella per la conquista della GT Endurance Cup. Grazie e complimenti a tutti! Alla prossima. P.S. Il vaso di gerani della Bentley di Donato era il motore in bella vista.
  5. Come imposti la pressione prolungata? Con un software esterno?
  6. La colpa non è tua, Giusto. È incredibile che esista ancora un gioco online che non sospenda la rilevazione delle collisioni nel momento in cui un'auto si muove in maniera palesemente sbagliata. Più tardi magari posto il video. La tua auto è passata in mezzo secondo dall'essere a 100 metri di distanza dalla mia, a scivolare di traverso sull'erba, fino a finire nella mia fiancata per poi riapparire magicamente dove doveva essere. Risultato: macchina mia distrutta e a muro, mentre tu non ti sei manco accorto di cosa fosse successo. Come al solito Kunos fa' simulazioni stupende da guidare, ma di una stabilità al limite del vergognoso. Solo dall'inizio di questo campionato, e contando solo me, due disconnessioni e un lag mortale. Così passa la voglia.....
  7. Qualifica orribile. Come a Brands Hatch rimango 1 secondo piú lento del mio best. Gara con pioggia monsonica turbosprint. Non ero molto preparato al "bagnatissimo", ma nel primo stint non avevo fatto malissimissimissimo. Con un paio (un paio di paia forse ) di testacoda, ma non proprio orribile. Poi mi fermo per il pit. Quando esco scivolo da tutte le parti. Avevo messi le dry. Ci metto 5 minuti per tornare ai box e mettere le wet. Ma giro molto peggio del primo stint. Mi giro in continuazione. Non riesco a capire. A 5 giri dalla fine mi accorgo che le pressioni erano a 25. Nel secondo pit naturalmente ACC aveva switchato all secondo pit previsto. E le pressioni erano rimaste quelle base. Vabbe. Ho portato la macchina in fondo (si fa per dire....4 giri di ritardo) solo per rispetto del campionato e della squadra. Peccato. Sull' asciutto ero preparatissssssssssimo. Complimenti a "Il Martello" Tortella. Girare con quella costanza con il diluvio, martellando per 100 minuti sempre tra i 2.20 e i 2.22 senza una vera sbavatura, presuppone una preparazione certosina, ma anche una testa ben piantata sulle spalle ed una concentrazione fuori dal comune. Bravissimo!!!
  8. Scusa, ma non capisco cosa intendi? Cosa non avviene? Ed eventualmente sai se c'é un modo su come dovrebbe avvenire?
  9. Credo che Cat non si lamentasse del meteo variabile, ma del fatto che non puoi testare la macchina con il meteo della gara, come si potrebbe fare se invece il gioco permettesse di fare una sessione di warm-up anche solo da 5 minuti. (come permetteva di fare persino GTR2 15 anni fa)
  10. Gara in salita per le Audi, ma in qualifica sono riuscito a metterci del mio rimanendo quasi un secondo piú lento del mio best. Vabbe'. La gara, invece, e' stata molto emozionante. Al primo giro in curva due attacco Biasso, ma lui resiste e in curva tre alzo il piede. Forse é andata meglio cosí visto che in curva quattro molti lí davanti si sono uniti in un picnic sull'erba e quando succede piú lontano sei e meglio é. Comunque non desisto e mi metto a martellare dietro Biasso non mollando un cm per una decina di giri finché lui fa una piccola sbavatura e riesco a passare. A quel punto metto un po' di strada tra me e lui e provo ad attaccare Mechetti, che peró non "sbava" e resto dietro. Avevo una strategia con soli 45 litri al via cosí al giro 16 pitto. Tutto liscio con i meccanici fino a quando il motore non ne vuole sapere di ripartire. Credo che mi sia impanicato io con i due tasti del motore. Boh. Fatto sta che ho perso piú di 10 secondi cosí. Buttati nel cesso. 10 secondi che diventano anche di piú visto che esco subito davanti a Poli che mi doppia d'abbrivio poco dopo. E poi, una volta che le mie gomme vanno in temperatura, devo comunque rimanere dietro al suo ritmo da gomme finite per diversi giri. Nel frattempo il Cruz mi si avvicina e dopo due giri mi passa allegramente mentre i dolori che mi stavano quasi per convincere a non correre si fanno sempre piú forti. Resisto alternando giri buoni e giri lenti cercando solamente di non perdere tutti i 12 secondi che ho su Poli dopo il suo pit. Poi, a pochi minuti dalla fine, passo De Biasio che credo sia andato a riprendere qualcosa che aveva perso sul prato al primo giro. Alla fine faccio 11esimo. Peccato. Senza il casino con l'accensione del motore ai box avrei potuta giocarmela con Biasso per la 7ma posizione, credo. Bello! Complimenti a tutti e soprattutto al podio! Alla prossima!!! P.S. Ho cronometrato nel replay. Per riaccendere il motore ho perso 15 secondi. Ce la posso fare.....
  11. Arrivata e montata subito ieri. Dopo una veloce prova in versione default per un paragone diretto con la vecchia V2 che mi ha servito più o meno degnamente per 7 anni, ho subito montato il brake performance kit e due terzi di pedali Tilton Style...la piastra della frizione non sono riuscito a svitarla. RIschio di spanare la sagoma esagonale delle viti. Stupenda! Grande passo in avanti. ....e voi con le Heusinkvelt non rompete i cabbasìsi.
×
×
  • Create New...