Jump to content
This site uses cookies! Learn More

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. :)

Leaderboard


Popular Content

Showing content with the highest reputation since 05/17/2019 in all areas

  1. 2 points
    Tego_Jr

    Gara - 4 - Spa Francorchamps

    Gara davvero sensazionale (più o meno). Parto 12esimo fiducioso nel mio passo gara, purtroppo però dopo un mini contatto con Giacomo alla prima curva perdo un po' la concentrazione e difatti alla Eau Rouge vado a spiaccicarmi contro il muro. Tento di fare qualche giro per vedere se la macchina regge ma purtroppo sono costretto a fermarmi . Fatto sta che ai box non so per quale arcano miracolo trovo Giacomo e riesco ad uscirgli davanti. Naturalmente andava il doppio di me quindi riesce a riprendermi, nel mentre entrambi riusciamo a recuperare posizioni fino ad entrare in zona punti. Appena arriva la pioggia e la notte ho iniziato a comprendere il potenziale della mia 2070. Non avevo la più pallida idea di quando fermarmi e di quando piovesse quindi tra me e me mi son detto "quando si ferma quello davanti a me (Ciucci) mi fermo pure io" e così è stato. Per poco nel finale non riesco a recuperare anche Doria, però in compenso mi sono divertito molto e sono molto soddisfatto della mia prestazione. Complimenti come sempre a tutti
  2. 2 points
    giaccc_71

    Gara - 4 - Spa Francorchamps

    Bella gara piena di colpi di scena, e quel là davanti proprio non riesco a beccarlo. C'è mancato poco sta volta, ma un testa-coda alla bus stop mentre eravamo ingarellati, mi ha fatto perdere molti secondi preziosi. Peccato, si era creato un bel gruppetto competitivo e corretto. Peccato. Bella gara con l'imprevisto pioggia verso la fine, ed il fine gara in notturna. Anche se il mio PC non mi permette di godere a pieno degli effetti grafici, è stato parecchio suggestivo il passaggio dal sereno alla pioggia ed in fine al buio. Forse sono stati dei cambiamenti un po' troppo repentini, ma l'effetto scenico è stato ottimo ecco il replay degli ultimi 30 minuti di gara
  3. 1 point
    giaccc_71

    Gara - 4 - Spa Francorchamps

    @Raf73 Onestamente non ho visto grossi problemi, ed i ping erano nella media come al solito. Forse hai avuto qualche problema nella tua zona, mi dispiace @masso126 Dalla 1.0 il tempo tra qualifica e gara è scritto bello evidente in alto al centro. Se non ti è comparso mi sa che eri disconnesso... @Giuseppe_Mazzei Giusè, e pensare che in chat ho messo tutti in pre allarme dell'imminente cambio sessione con 5 min di anticipo 😁 @Tego_Jr Grande Andrea, mi sono divertito un bel po' anche io, e ti ringrazio dei file replay che ci hai gentilmente condiviso.
  4. 1 point
    Kop - Francesco V.

    Gara - 4 - Spa Francorchamps

    Buona guarigione
  5. 1 point
    Iarno

    Info e regolamento

    l'unica cosa che è cambiata dalla 1.0 e che finalmente si può visualizzare le temperature nelle varie sessioni, ma purtroppo nulla è cambiato nella gestione lato server sia del meteo che della varie configurazioni che una volta c'erano e adesso continuano a nascondere non ho capito il perchè! 😡 La mia idea è quella di aprire due server, uno seguendo la tendenza di temperature "giornaliera" e variabiltà bassa e l'altra sempre con la tendenza giornaliera delle temperature e la variabilità elevata con un grado di nuvolosità alta. Se invece volete uno asciutto e grip alto e uno bagnato non ci sono problemi, se volete altro confrontiamici e lo facciamo tranquillamente.
  6. 1 point
    Popetti

    Gara 3 - Misano - Briefing

    Prima problemi con l'audio, quindi riavvio il pc e dopo ha cominciato a bloccarsi, dopo alcuni tentativi ho cancellato tutto e reinstallato. Dopo è andato tutto a posto, ho fatto diverse prove e non ho più avuto problemi
  7. 1 point
    Giuseppe_Mazzei

    Gara 3 - Misano - Briefing

    Una gara davvero difficile e complicata. Forse non meritavo la vittoria ma, con tutte le cose accadute in pista, mi sono ritrovato nuovamente a lottare con Pasquali per la testa della corsa e sono riuscito ad effettuare il sorpasso decisivo. Tanta adrenalina e tanti errori, con molte persone (Melonari, Gilli, Pasquali ed il sottoscritto) che si sono alternati in testa. Gara sicuramente bellissima da vedere, molto meno tattica di Monza, ma altrettanto divertente! Bravissimi tutti quanti. Ci vediamo domani con la 1.0
  8. 1 point
    Freeman

    Info e regolamento

    Non ci resta che aspettare che apri il server e vedere, visto che nn c'era stata nessuna comunicazione io come altri ci aspettavamo 17 ° aria , cambierà ma non é la fine del mondo, questo del meteo sarà in tutti i campionati un tasto dolente per tante piccole variabili che entrano in gioco. Speriamo che dopo la 1.0 sia più chiaro gestire lo stesso meteo sia l'online che offline. Poi me riparleremo dai , buona gara a tutti x stasera
  9. 1 point
    Popetti

    Gara 3 - Misano - Briefing

    Boh, non so come mai è sparita, visto che non andava una mazza, probabilmente sarà da mettere a posto. Comunque bisogna reimpostare i campi con nome utente eccetera edit: probabilmente l'altra sera c'è stato un errore di aggiornamento da parte di Kunos in quanto avevo provato anche a fare la convalida dei file e diceva che era tutto a posto... ieri sera mi ha fatto un'altro piccolo aggiornamento e l'auto è magicamente riapparsa Forse nessuno se ne è accorto perchè siamo in pochi ad usare la Nissan
  10. 0 points
    Giuseppe_Mazzei

    Gara - 4 - Spa Francorchamps

    Per quanto riguarda la mia serata... i primi 5 minuti di qualifica li salto causa sigaretta, ma mi sono reso conto di aver fatto una gran cavolata. Il mio primo giro cronometrato è pieno di errori, ma le temperature che cambiano hanno reso l'auto inguidabile nella seconda parte delle qualifiche. Parto dunque terzo, un po' amareggiato. In gara punto "alla lunga", aumentando parecchio le pressioni per averle ideali nella fase notturna. Infatti entrano subito in temperatura (peccato che i freni siano rimasti freddi) ed arrivo lungo in fondo al kemmel, dovendomi accontentare di un secondo posto dietro Pasquali che ha un gran bel passo. Sono in media 3 decimi al giro più lento, ma fiducioso che nella seconda metà di gara avrei potuto recuperare (certo, poi il sorpasso sarebbe stata un'altra cosa). 29 minuti dal termine e le mie pressioni, con le temperature che si abbassano, iniziano a cadere anche loro, avvicinandosi ai valori ideali. Poi.... il nulla. Buio pesto, allarmi che suonano. Mamma enel ha deciso che l'intero quartiere sarebbe rimasto senza luce per una decina di minuti. Secondo 0 in campionato che pesa come un macigno. Attenzione rivolta, dunque, in terra inglese dove cercheremo di dire la nostra nella classifica team
  11. 0 points
    Iarno

    Gara 3 - Misano - Briefing

    Domani sera sarò assente, verrò sostituito in pista da Lorenzo Tortella
  12. 0 points
    20/05/2019 - L'annuncio della famiglia: "I suoi successi unici come sportivo e imprenditore sono e rimarranno indimenticabili". L'ex campione del mondo è morto in una clinica in Svizzera e aveva 70 anni. Il mondo dello sport dei motori e in particolare quello della Formula 1 piange Niki Lauda. Il pilota austriaco, classe 1949, è morto in una clinica svizzera il 20 maggio. Vincitore del campionato nel 1975 e 1977 su Ferrari e, dopo un primo ritiro, nel 1984 su McLaren-TAG, Lauda resterà per sempre nella memoria dei tifosi per la straordinaria forza di volontà in seguito a uno spaventoso incidente in pista nel 1976 sulla pista di Nurburgring in Germania. Chiusa definitivamente la carriera di pilota alla fine del 1985, con un totale di 25 gran premi vinti, Lauda non è mai allontanato davvero dalla velocità diventando imprenditore nel settore aereo. Da imprenditore, infatti, aveva creato fondato e diretto due compagnie aeree, la Lauda Air e la Niki; da dirigente sportivo, dopo avere diretto per due stagioni la Jaguar, era dal 2012 presidente non esecutivo della scuderia Mercedes AMG F1 e stava progettando di tornare presto al lavoro. Chiamato il “computer”, per precisione nella messa a punto della macchina e per un carattere schivo e ombroso, nel suo personale carnet di campione ci sono 71 Gran Premi: 25 vittorie e 24 pole position. In una autobiografia, Meine Story, il suo irripetibile percorso sportivo. La famiglia: “Successi indimenticabili”L’ex pilota era stato ricoverato per problemi ai reni ed era sottoposto a dialisi, mentre la scorsa estate aveva subito un trapianto di polmoni a Vienna. “Con profonda tristezza annunciamo che il nostro amato Niki è morto pacificamente con i suoi cari lunedì scorso – hanno annunciato i familiari -. I suoi successi unici come sportivo e imprenditore sono e rimarranno indimenticabili. La sua instancabile spinta, la sua semplicità e il suo coraggio rimangono un modello e un punto di riferimento per tutti noi. Lontano dal pubblico, era un marito, padre e nonno amorevole e premuroso. Ci mancherà molto”. Anche il cinema si era innamorato della sua storia e nel 2013 con la regia di Ron Howard era arrivato in sala Rush con il racconto della rivalità tra Lauda e l’inglese James Hunt. “Oggi è un giorno triste per la F1. La grande famiglia della Ferrari apprende con profonda tristezza la notizia della morte dell’amico Niki Lauda, tre volte campione del mondo, due con la Scuderia (1975-1977) – si legge in un tweet della casa di Maranello -. Resterai per sempre nei cuori nostri e in quelli dei tifosi. #CiaoNiki”. “Tutti alla McLaren siamo profondamente rattristati nell’apprendere che il nostro amico, collega e campione del mondo di Formula 1 1984, Niki Lauda, è scomparso. Niki sarà per sempre nei nostri cuori e custodito nella nostra storia. #RIPNiki” il tweet della casa automobilistica inglese. Montezemolo: “Enorme vuoto, Zanardi: “Good speed” “Caro Niki, grande e vero amico da cinquant’anni, ti penso tanto e la tua scomparsa lascia un enorme vuoto dentro di me” il ricordo da parte dell’ex presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo. “Con te ho vissuto alcuni dei momenti più belli della mia vita, abbiamo condiviso tante indimenticabili vittorie della Ferrari e siamo sempre stati uniti da grande affetto, anche quando ci siamo trovati a competere in campi avversi – prosegue Montezemolo in una nota -. Sei stato un grande Campione, un Campione del Mondo in pista e fuori, un amico sincero, un uomo diretto e leale. Sono vicino con grande affetto ai tuoi figli e a tua moglie e invito tutti i nostri tifosi a rivolgere un ultimo grande applauso a te, indimenticabile Campione”. Su Twitter il saluto di Alex Zanardi: “Ti svegli il mattino, guardi fuori… piove. Che giorno triste. Poi leggi le notizie e scopri che è morto Niki Lauda, uno dei tuoi eroi da sempre. E allora sì, è davvero un giorno triste! Godspeed Niki”. “Riposa in pace Niki Lauda. Per sempre nei nostri cuori, per sempre immortalato nella nostra storia. La comunità degli sport motoristici oggi piange la devastante perdita di una vera leggenda. I pensieri di tutta la F1 sono con i suoi amici e la sua famiglia” il commento del Circus della F1 su Twitter. Merzario e il salvataggio a Nurburgring“Eravamo nemici-amici. Nelle competizioni eravamo super nemici ma nel privato eravamo molto amici” dice a Radio Capital l’ex pilota di Formula Uno, Arturo Merzario, che nel Gp di Germania salvò la vita a Lauda estraendolo dall’abitacolo dopo l’incidente. “Ci furono tanti problemi, non riuscivo a slacciargli la cintura di sicurezza, si era contorto il telaio, il pericolo era che le lamiere mi tagliassero. Al terzo tentativo ci riuscii, avevo imparato al militare a fare il primo soccorso con la respirazione artificiale e il massaggio cardiaco -ricorda Merzario-. Riuscii a salvarlo, quei due minuti furono fondamentali per tenerlo in vita e far intervenire i medici. Ci siamo sentiti nel tempo, l’ultima volta un mese fa. Era molto affaticato dall’intervento. Il suo rientro in pista 42 giorni dopo l’incidente? Era nella sua indole, noi correvamo per passione. È vero che non la ringraziò per averlo soccorso? È vero, mi ringraziò solo nel 2006. C’era troppa rivalità, eravamo davvero nemici amici. Lauda era nato campione ed è morto da campione”.
×
×
  • Create New...