Jump to content

knemo

ROTW Racing Team
  • Posts

    87
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    21

knemo last won the day on June 15

knemo had the most liked content!

About knemo

  • Birthday 09/13/1972

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

knemo's Achievements

Foglio Rosa

Foglio Rosa (2/6)

93

Reputation

  1. gara per me improvvisata, nel vero senso della parola Pirla come sono mi ero segnato sul calendario le varie gare ma la prima mi era proprio sfuggita. Arrivo così al giorno della gara con pochi giri sulle spalle e con la consapevolezza di fare schifo. qualifiche ottime, sto nei 10 e per me è un super risultato (non serve andare a guardare quanti erano presenti nel server, si deve sempre vedere la parte buona e io posso dire di essermi qualificato nei 10 a donington ) Gara1 : divertente, davvero, mi faccio tutta la gara dietro il culo del Brunini, io guadagno lui perde, io perdo lui guadagna. Poi penultimo giro vengo ingolosito dal suo sculettare e mi faccio un paio di escursioni sull'erba. Perdo posizione e perdo di vista il Brunini che ringrazia e se ne va. Ma lui che è un signore, decide al giro successivo di posizionarsi in ottimo modo per vederci passare (muso contro mano e auto ferma sul ciglio, che spettacolo ). Chiudo la gara con la medaglia di legno ma son contento. Gara2 : parto bene, ma finisce li. Un contatto con Vigni mi fa girare e mi perdo nelle retrovie. Alla esse delle gomme lo vedo che mi aspetta, e io tutto felice decido di fare un paio di 360, lui giustamente non comprende cotanta allegria e decide di mettere piu asfalto che può tra di noi (alla prossima prometto che sfanalo e basta, niente piu 360). Concludo la gara sotto la pioggia con la vettura che se prima andava dove voleva, ora invece manco lei sa dove deve andare e io ne risento il peso (maledettomaggiolinotarocco) Concludo con le parole del mio socio di team : Spettacolare sta Porca, praticamente guida da sola!!! Ora io non so chi fosse al volante della mia, ma deve essersi fatto mezzo bilico di prosecco prima di mettersi al volante Grazie a tutti, sono andato a letto sfinito Ivan
  2. Gara 9 Dopo aver letto il racconto di Alessio ho poco da aggiungere. I commenti finali non han fatto altro che farmi annuire per quanto li trovassi “miei”. Ma adoro scrivere e quindi via a tediarvi con un paio di racconti su quella che è stata una gara incredibile, epilogo di una stagione impressionante. Preparazione: il giorno prima di mettermi al volante della P2 su LeMans ero incredibilmente fiducioso, lo scorso anno mi ero fatto la gara in SRC con la Senna per un pazzo scatenato e avevo ben ficcata in memoria la pista, le curve, come e dove fossero. Quindi pensavo di “spaccare” e dare una sonora lezione al cronometro. Poi in auto ci sono salito, e il cronometro si è preso la rivincita alla grande, sbeffeggiandomi e con gusto pure…. Ma ancora una volta ho potuto apprezzare il gusto dello stare nel team, un tizio strano, con una parlata strana, sempre intento a fare salsiccine su altri lidi, decide di seguirmi passo passo, analizzando centimetro per centimetro la mia prestazione (che detta così fa paura, ma sto solo parlando del mio giro veloce su LeMans). Accelera li, frena la, ruota li e ruota la… smussa li, anticipa la e mi sono trovato a ridere guardando il cronometro. Grazie Stefano, come ho scritto sulla chat ora capisco perfettamente perche il TortellaSenior ti voleva a tutti i costi dentro al team. A suon di giri e stint ho trovato il mio passo, sapevo che a quello dovevo puntare e restare fedele per non fare errori e per non creare casini. Gara: Se escludo la connessione persa nel mio primo stint, devo dire di essermi divertito davvero tanto a guidare sto mezzo. Stint piu lunghi del solito ma incredibilmente veloci (non per il tempo in pista ma per il tempo percepito in auto). Pochi errori e tanta goduria. Alcuni scene di terrore ma sempre in gestione. Piccolo aneddoto: alla fine del mio quinto stint (credo o quarto, non ricordo bene) ero concentrato sulla guida, stavo affrontando l’ultimo giro prima del pit. Solo benza, niente cambio gomma, tutto preparato, richiesta pit da fare prima delle PorcheCurves. Ci sono!!!! Sono CaricO a molla. Sto arrivando alla Indianapolis, concentrati…. Poi sento “Ivan ma te non hai il muretto attivo ???” Tommaso che mi chiede se ho problemi con Simhub. Nel frattempo affronto egregiamente la Indianapolis. “ho tutto attivo, non va ????” rispondo al mio capo tecnico del momento Tommaso : “no, non mi collego” nel frattempo ho affrontato quella mer*a della curva dopo la Indy, ancora oggi non so come farla…. “strano, ma non funzionava nemmeno prima del mio CL ????” Mi sale un po' di ansia nel frattempo… Tommaso: “non lo so, ho provato solo ora e non va, sicuro che sia tutto regolare ????” io ora sono alle PorcheCurves e faccio fatica a respirare, figuriamoci rispondere. Le affronto tutte, una a una e ne esco illeso…. Sono quasi alle CorvetteCurves… Ziostambecco “forse mi è cambiato IP, poi controllo…. ZIOCANNNNNN” – Ora dovete sapere che il ZIOCANN mi è sgorgato dal profondo perché nel frattempo ero dopo le CorvetteCurves e io non avevo ancora chiamato il PIT …. Nel parlare mi è uscito totalmente di testa… Premi il bottone della richiesta PIT… Fai la frenata di ingresso corsia BOX.. Diventa strabico perché con un occhio tenevo controllata la pista per fare le curve bene e per mettere il limitatore al momento giusto, mentre con l’altro guardavo la chat per veder apparire la scritta : “ i meccanici sono pronti sulla pitlane”…. Sudo freddo Rallenta, fai la corsia box a 50kmh La scritta non esce Il pitbox si avvicina Sudo caldo Entra in piazzola e prega Non mi è uscita la scritta ma quel santo del meccanico è uscito comunque a farmi il pieno aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaacherischiooooooo.. Tommaso: “tutto ok ????” probabilmente al mio ziocann si era spaventato “TUTTO REGOLARE TOMMASO, ZERO PROBLEMI” mentito spudoratamente….. ma è andata bene Conclusione. Che campionato, siamo entrati in D2 e ci siamo rimasti per tutta la stagione. Abbiamo finito in PVENTIQUATTRO, se ce lo avessero detto al primo giorno avremmo chiesto solo dove firmare. Grazie a tutti per il tempo, le risate, le ore perse e quelle guadagnate. Per le scimmie avute e fatte avere. Per avermi permesso di spegnere il cervello quando serviva e per avermelo fatto accendere su cose che hanno un peso importate. Ma soprattutto grazie per avermi fatto fare questo VEC con una super P2 invece che su un maggiolone depotenziato. Grazie, Graziella e grazie al ca…. se non aspetto con trepidazione settembre ed un nuovo VEC Ivan
  3. SPA gara 8 Mai vista così tanta gente provare per questa gara, di norma si trova tanto traffico solo nella settimana della gara, ma SPA è SPA e attira tutti. TEST: come sempre l'impegno è tanto e i giri messi in saccoccia sono parecchi, ho fatto il conto e prima della gara avevo oltre 360 laps in attivo. Questo però non mi ha permesso di essere veloce quanto volevo. SPA mi piace e la conosco come tutti, ma faccio sempre fatica a fare i tre settori per bene. Il set mi piace e mi da sicurezza, ma qualquadra non mi cosa e forse questo non mi fa sentire sicuro sulla parte guidata finale dove perdo parecchio, ma le endu non si corre solo per il best lap e quindi sotto a trovare il passo concreto..... (in qualche modo devo darmi da fare) Qualifiche: vediamo.... le fa Lorenzo e quindi mi stravacco sul mio sedile (sticassi manco un contorsionista ci riuscirebbe) e me le godo (dal grafico dei battiti direi che spingevo anche io sul pedale del gas di Lorenzo... essi perchè sto giro ci siamo muniti di rilevatore dei battiti per monitorare quanto mer*a sono fisicamente ) Gara: parte Lorenzo e da subito capiamo che la nostra strategia non paga sul confronto diretto con chi ha ala bassa, perdiamo un paio di posizioni e quando le gomme scendono e noi saliamo di prestazione non riusciamo a passare, troppo complicato... ci siamo appuntati che per la prossima volta dobbiamo smontare l'ala e partire da li per fare il set che serve. Lorenzo mi lascia la vettura in ottima posizione, io entro in pista e mi trema leggermente il piede, ma non ho tempo di pensarci, giro su giro mi trovo sempre le GTE tra le balle e non riesco a tenere il passo che avevo nelle libere, mi capita spesso, devo sistemare questa parte. Come sempre i miei due turni di guida sono veloci, pure troppo, come mi scaldo mi accorgo che devo cedere l'auto a Tommaso ma so che ne ha e quindi imposto il pit con tutte le cosine regolate e mi fermo al box. Potrei commentare gli altri stint, tra Tommaso che spinge, Andrea che fa due turni incredibili, Alessio che entra titubante ma fa una super gara ed infine Lorenzo che chiude con due stint e mezzo montando le medie e andando come una lippa (ricordiamocelo che è il termine ufficiale ROTW), ma la cosa che mi preme scrivere è che alla una di notte, quando la gara è finita, eravamo in SEI su TS a scambiarci manate virtuali sulle spalle. Si è unito anche Stefano che ci ha supportato inserendosi con spunti interessanti e dando il suo contributo alla riuscita della gara. Per tutte le otto ore di gara piu le due di apertura del server in TS oltre al pilota c'era un muretto di almeno due persone a dare aiuto. Questo è lo spirito che ci piace, questo è anche il motivo per cui ci siamo tenuti stretti la permanenza in DIV2 e abbiamo in attivo dei risultati che ad inizio stagione erano impensabili. Prima stagione con la P2, rientro in pista dopo un bel periodo di stop di Tommaso e Alessio, prima volta in una divisione dal livello alto e con tanti team super competitivi, ma nonostante questo ci siamo ritagliati una fetta di rispetto e di riconoscimento. Bravi tutti Ci si trova a LEMANS per la 24 ore devastante.... Ivan
  4. Gara 7 – Suzuka Premessa: le stiamo preparando tutte con grande intensità, questa era un pelo falsata dalla situazione di partenza. Uno S&H da 60 secondi di fatto ci precludeva ogni possibile risultato. Ma le endurance ci insegnano che finchè la bandiera a scacchi non viene esposta, tutto può succedere! Premessa due: venerdì pomeriggio mi soffermo su uno stupido dato, quello dei giri fatti in prova- Andrea 322 –Lorenzo 292 – Ivan 267 – Tommaso 168 – Alessio 108. Sapevamo che Alessio non ci doveva essere, colori permettendo doveva andare dai suoi a fare bisboccia, detto questo sapevamo di avere diverse possibilità di strategia, doppio stage di Lorenzo, subentro di Tommaso, Andrea che poteva fare prima o fare dopo. Ma Andrea ha deciso di fare altro quel sabato, d’altronde il numero dei giri evidenzia come lui non fosse per nulla interessato a correre (mannaggia mannaggia). Essere svegliati da quel messaggio il sabato mattina ci ha fermati tutti. In ogni caso siamo andati in pista con tanti pensieri ma certi che per la prossima ci sarai super agguerrito. DAICAZZO !!!! Qualifiche: le fa Lorenzo, sono con lui ma sento che non le digerisce. Di norma sa cogliere il massimo, ma sta P2 non vuole saperne di regalargli quella soddisfazione che merita. Per la prossima ha già deciso che si presenta senza averla mai provata, sai mai che stupisce la macchina e la frega….. (in ogni caso resta sempre il piu veloce ed è una sicurezza sui primi giri). Per la cronaca partiamo in P17, segnatevelo, per bene. Gara: VIA! Si parte e non facciamo nemmeno in tempo a capire chi sta sugli spalti che ci arriva comunicazione per lo S&H… due giri per capire che va fatto e si rientra in pista… Disastro, ci dimentichiamo che non basta selezionare la penalità, si deve anche impostare tutto il pit per far dormire i meccanici. Ci dimentichiamo la benza rifacciamo il pieno (11 litri che forse risultano importanti nel finale……). Lorenzo fa due stint spettacolo come sempre, recuperiamo una posizione e mi consegna l’auto in perfette condizioni. Tocca a ME: entro in auto tranquillo, il mio mantra è non fare cazzate. Devo solo consegnarla sana a Tommaso e non fare cazzate. Entro in pista dietro alla P10. mer*a, gira in 1.50 e mi frena, ma non riesco a passarlo, inoltre ho dietro la P9 che arremba e decido di farla passare per farli battagliare sperando si speronino a vicenda (la P10 era in difficolta grande sul misto, ma sul dritto sembrava non avere carico sulle ali). Mi passa anche la P2 e mi accodo, solo che i giri continuano e io non vedo un tempo che sia buono. Alla fine qualcosa succede ma io ho perso il ritmo e mi stabilizzo sul 49 senza poter fare molto. Ogni giro è una lotta con qualche GTE, quindi non riesco mai a fare tempi che in prova mi uscivano facili. Pazienza, mi accorgo però che sto consumando pochissima gomma e benzina. Il primo stint penso di aver fatto 24 giri, vado al box con 0.1 di benza nel serbatoio. Pieno e via per il secondo stint. Nel frattempo mi accorgo di una cosa… sono P12…… non per merito mio, ma questa pista sta mietendo vittime come non mai… Consegno la vettura a Tommaso e vedo subito che lui ha un altro piglio, entra subito in palla e viaggia forte. Ottimo, posso andare a prendere la cena e lascio il muretto a ottime mani. Quello che accade poi è un miscuglio tra il mistico, il paradossale, l’incredibile ed l’inverosimile….. Siamo in battaglia per la P9, no aspetta ora la P8, nonononono aspetta ora P7…….. FERMA TUTTO… P6 ma aspetta …. Ci sono gli WAVE che viaggiano come LIPPE (da oggi termine UFFICIALE al muretto ROTW). Conta i giri, misura la benzina, osserva le GTE… ferma ora metti 8 litri no aspetta sono 9 ca**o buttane 10 e via… Porca paletta come viaggiano i WAVE (mi piacerebbe poter ascoltare il loro muretto in questo frangente) Lorenzo ci mette l’anima, ma noi al muretto lo stiamo spingendo … 4 secondi…. mer*a sono li a due secondi….. ecco le GTE dai che li passi e lui resta dietro…. Porcamerda li ha passati bene…. DOVE STA IL PRIMO CAZOOOO …. mer*a ancora un giro… Bandiera a scacchi……. PSEIIIIIIIIIIIIII Grandi cacchio… grazie per avermi fatto urlare come pazzo. Che razza di gara. Alla prossima a SPA con la formazione completa…. Andrea muoviti….. Ivan
  5. Al blackout ho urlato, di frustrazione, di dispiacere, di rabbia e fastidio....... Stavo prendendo il mio ritmo, dopo i primi giri passati a trovare il grip giusto stavo sentendo l'auto e spingendo per bene... Che rabbia, ma dopo un attimo di sfogo esterno sono tornato al muretto assieme al team. Si perchè queste gare non sono solo lo stint di guida, è anche e soprattutto il tempo passato in chat a supportare, sopportare e spingere chi sta al volante, e anche chi al volante poi ci deve salire. Subito dopo aver riacceso tutto, e passato la P2 ad Alessio ho cercato mia moglie che ha assistito a tutto quello che mi era successo e che si è dimostrata dispiaciuta per quello che era accaduto e che mi ha calmato. Vi ho raccontato che per prima cosa è venuta ad assicurarmi che non aveva acceso nulla, che la corrente era andata via da sola, che qualcosa non andava in tutta la via .... che per prima mi ha detto " ma non puoi prendere qualcosa che ti da un pò di sicurezza su ste cose ????? eeeeeeeeee volete che io non dia retta a mia moglie che mi esorta carinissimamente a spendere dei soldi per il mio passatempo ?!?!?!?!?!?!?! SIAMAI !!!!! poi si offende ..... Il resto è storia, ho riscoperto ancora una volta perchè mi piacciono tanto le endurance, non c'è molto altro da dire...... sotto ad allenarsi per Suzuka, non importa come andrà, sarà sicuramente un'altra serie di serate divertenti e scacciapensieri.. GO! GO! GO!
  6. Gara Indy: Dopo il parcheggio qualunque cosa era la benvenuta ma Indy si è rivelata piu ostica di quanto si pensasse. La preparazione ha seguito la falsariga di Nola, tanti giri fatti e tante prove registrate sul lato assetto. Questo ci ha permesso di trovare un assetto stabile ma probabilmente non veloce come ci aspettavamo. Devo ammettere che a Nola mi sentivo molto più preparato e forse piu pronto, per questa gara invece sentivo che c'era qualquadra che non cosava. Detto questo devo dire che alla fine siamo riusciti a fare le due cose piu importanti che ci eravamo prefissati: DIVERTIRSI e portare a casa un ottimo risultato visto come stava andando il tutto. Gara: entro dopo Lorenzo ed Andrea, sono un pò nervoso, quei due han fatto due stint da paura e ora tocca a me. Entro e mi regolo sul tipo di gara che servirà: non si guarda in faccia nessuno, praticamente è un doppiaggio continuo. Nel primo stint riesco a tenere un buon passo e riesco a togliermi anche qualche soddisfazione (tipo sdoppiarmi dal primo) la macchina va benissimo, sono io ad avere la gamba che ogni tanto mi trema. Ma vado e non mollo, qualche Cristo, qualche Cane, qualche "maziocanagliamapropriolidovevabuttarsiquesto", diversi "mabruttacapralevatidalleballe" e si arriva al pit. Benza, niente cambio gomme, nulla da segnalare, riparto incattivito ed il Karma mi ripaga con uno stint dove non trovo pace, penso di aver fatto un solo giro senza rotture di scatole tra doppiaggi e bordelli vari trovati in pista. Ad un certo punto mi chiedo se anche noi sulle GTE eravamo così merde, ma non ricordo di essermi comportato così. Finisco lo stint e passo l'auto ad Alessio un pò deluso dalla seconda parte, volevo fare meglio e dare un pò di gas alla gara. Ma parliamo del muretto, parliamo di quella parte della gara che non si vede, che non viene mai nominata. Parliamo del fatto che se un team qualunque di formula uno tutto verniciato di rosso, avesse avuto al muretto l'ingegnere Alessio con accanto il dottor Andrea con accanto il pilota Lorenzo e vicino il meccanico Ivan, probabilmente un risultato in piu lo avrebbero portato a casa... Con quale velocità abbiamo cambiato la strategia per dare una svolta alla gare, con quale velocità abbiamo trovato la soluzione al problema che ci assillava..... egraziealcasso direbbe qualcuno, basta far correre solo Lorenzo .... Gli dai la gomma di legno e gli imponi il mix dei poveri e lui ti stampa dei 37 basso come se nulla fosse ... che idolo Ringrazio come ogni gara tutto il team, abbiamo passato tutte e 10 le ore assieme (2 di preparazione qualifiche e 8 di gara) supportandoci e sopportandoci. Finito lo stint breve pausa al cesso e poi li a fare da muretto, grandi. Ora abbiamo quella distruggi volanti che è Sebring Pronti via.... Ivan
  7. Gara 4 - Parcheggio di Nola (zona D2 così non vi dimenticate dove è parcheggiata la P2) Che tensione. Devo fare le qualifiche e poi la partenza, da non dormirci la notte. Qualifiche: difficilmente provo le qualifiche, nemmeno nei campionati dove corro come singolo. Questo giro però ne ho fatti di giri in hotlap, questo perchè non sono solo e non voglio fare proprio schifo. Ad inizio qualifiche escono tutti e si piazzano sulla linea di partenza per non perdere nemmeno un secondo, decido di fare lo stesso ma ho qualche timore per la temperatura del motore. Mi fermo e spengo la vettura.... casso .... chi si ricorda come fare per metterla in moto.... ma ci riesco (premo tasti a caso e scopro come fare). Parto penultimo, non sono riuscito a ripetere quel 21.9 che mi garantiva un paio di posizioni avanti. Però provare a tutta e girare a gomma persa è divertente. Non ho molto da dire, 20 minuti passano in fretta se stai dando il tutto per tutto, ma mettere insieme tre settori fatti bene non è facile .... in ogni caso devo preoccuparmi della partenza. Warmup: di norma non lo cago, resto ai box e ripasso mentalmente la gara. Sta volta però mi sono ricordato che era una settimana che giravo con le soft, ed in gara vado di medie... fuori..... vai .... figa non gira... NOPANIC, poi mi ricordo che devo fare diversamente le staccate... Gara: 60sec 59 sec 58 sec 57 sec ... il conto alla rovescia è terrificante. Ho controllato TRE volte di avere su il set giusto, la benzina, le gomme.... VIA entro in pista... gamba fermati che mi fai tremare la tv appesa al muro (terremotospostati). Via al giro di formazione... PITLIMITER premuto (ho nelle orecchie il recap di Lorenzo)... il giro gira e mi avvicino all'ultima curva.... sono penultimo quindi non ne ho tanti dietro da controllare (almeno quello). Come funziona ? Danno il greenflag?? vedo delle lampadine accendersi ??? qualcunomiaiutiiiiiiiii .... a ecco, esce una scritta ENORME e si parte. Quello dietro si è perso, quello avanti non va, ma non faccio cazzate e resto attento. Strano, parte la gara e tutto sparisce, mi sale la scimmia di gara e non penso piu a nulla se non a quello avanti . Ho un DT da scontare, ma ne ha uno anche quello avanti. Ho impostato HUD di RF2 con la schermata delle penalità, così non devo guardare la chat per capire quando me la danno (si lo so, esce un avviso a schermo, ma secondo voi io me lo ricordavo ?!?=!?!?!?!), li ho anche il counter dei giri per scontarlo. Con Andrea avevamo deciso di farlo piu tardi possibile per mettere un pelo di distanza dalle GT, consumo tutti e 5 i giri e lo sconto all'ultimo (bello, ho scoperto che il muretto ti avverte di rientrare per scontare il DT se arrivi all'ultimo giro possibile). Rientro, esco, da li è tutta adrenalina, sono sempre in battaglia. Non spingo mai a tutta ma quasi, dentro di me tenevo aperta la possibilità di fare anche un terzo stint per recuperare il piu possibile il tempo perdo del DT. Ma dal muretto mi comunicano di stare tranquillo che si procede come deciso. Oltre ai doppiaggi e alle varie situazioni di gara ho solo un episodio da citare. Al momento del cambio pilota imposto tutto regolarmente, seleziono Lorenzo, cambio gomma, pieno, non ho danni , perfetto entro. Sono in pitlane e vedo i meccanici, giro lo sguardo e controllo il menu del pit e mi accorgo che ho messo le gomme da pioggia ARGARGARGARGARG cambiacambiacambiacambia..... Per fortuna i meccanici sono ben pagati e han cambiato le gomme velocemente. Il resto della gara da muretto è come sempre, ridi, scherza, piglia per il culo tizio o caio. Devo dire che quando ho smesso ho sentito il calo di tensione. Bella gara, siamo andati tutti forte senza fare grossi errori, finalmente. alla prossima Ivan
  8. presente domanda: quale versione di Aosta e Provence verranno utilizzati ? grazie
  9. Gara Imola Mi ero preparato una bozza con un paio di pensieri ed una approfondita analisi delle sei ore di gara, ma al sesto capitolo mi si è spento il pc dalla noia .... quindi eccomi qua a scrivere di "pancia" come dice Tommaso. Abbiamo preparato questa gara con molto impegno e con molta dedizione, e per questo ci si aspettava una prestazione super di tutto il team, le aspettative però han lasciato il posto ad un risultato strano, sicuramente non quello che sapevamo essere alla nostra portata, ma nemmeno così catastrofico da urlare al fallimento totale. Le gare di durata sono un mix di fattori e di mille piccole sfumature, anticipo subito che quando abbiamo chiuso il muretto e finito di caricare fusti di benzina e gomme sul camion, io stavo ancora ridendo. Ma procediamo per ordine: Parte Lorenzo Seguo Io La prende Tommaso Chiude la gara Lorenzo Questo è il passaggio del volante, ma quello che non è scritto e che come uno finiva restava li, al muretto, a conteggiare le gocce di benzina che consumavamo e ad annotare le strategie degli altri. Ma al muretto c'era anche Andrea, che ha fatto tanti giri quanti ne ho fatti io in pratica, pur sapendo che non avrebbe corso. E c'era pure Alessio che la gara la doveva fare, ma che sblocchi di regione e cambi di colore gli han fatto perdere il sedile (in caso contrario perdeva la testa in casa, quindi assolutamente giustificabile) ma come ha messo piede in casa si è seduto con noi a fare il TM spettacolo. Ho chiuso il TS con ancora le lacrime agli occhi, per le cagate dette e pensate, per un Alessio che cercava di trattenere Lorenzo ma in realtà lo voleva spingere. Con sempre Alessio che tentava di stare serio ma in cuffia aveva due scimmie urlatrici che gli facevano baccano. Ebbene non sto a dire ne a spiegare, ma mi sono divertito, sia quando ero in auto che quando stavo sul muretto. Grazie TEAM alla prossima a NOLA dove Alessio (sempre lui) ha già detto che vuole correre per 4 ore di fila..... Ivan
  10. 8 ore a Silverstone SI inizia! Inutile dire che la preseason era solo un assaggio e la vera tensione è arrivata con questa gara. Qualifiche: visto che non le ho fatte io direi ottime, sono rimasto concentrato per tutto il tempo e ho potuto dare il meglio di me. Forse avevo qualche decimo ancora da far uscire ma il livello è così alto che avrei solo rischiato di spargere briciole sulla postazione (chiaramente ero ad abbuffarmi seduto tranquillo in postazione). Scherzi a parte , grande Lorenzo per il fatto che ti sobbarchi sempre il compito di far partire il mezzo. Gara: eravamo in 4 seduti con Lorenzo in partenza, il botto è senza colpevoli. Succede, ma come dice Tommaso si deve prendere spunto per la prossima volta. Non serve che lo dica (si sentiva chiaramente) ma salire a bordo della P2 è stato molto faticoso per la tensione che provavo. continuavo a dirmi di stare tranquillo che so quello che faccio, ma è la prima gara della stagione, la prima gara con la P2, la prima gara e viene pure giu un nubifragio ..... cacchio volevo aspettarmi..... Quando ho dato il cambio ad Andrea ho fatto fatica a trovare le misure su quella specie di gara di offshore che è risultato essere portare sta P2 in quelle condizioni. Ho avuto la fortuna-sfortuna di trovarmi subito tra le GTE prima e con i primi delle P2 che chiedevano strada (giustamente). Fortuna perche non ho fatto cazzate e sono riuscito nel bene e nel male a gestire la cosa. Sfortuna perchè ho fatto molta fatica a trovare la giusta misura alla pista. Il mio respiro pesante e le apnee ne sono state la prova tangibile (tranquilli ora calibro meglio il microfono e per la prossima volta sentirete solo cosa deve passare), per fortuna ho trovato poi la misura e sono riuscito a fare il mio passo. Piano piano ci ho preso gusto, e sono riuscito anche a tenere le gomme per entrambi gli stint. Questo mi ha dato fiducia sulla guida e mi ha permesso di spostare il limite un pò piu in là facendomi fare anche dei buoni giri. Il cambio con Tommaso mi ha lasciato il respiro corto e una certo olezzo ascellare, ma soddisfatto perchè a fine stint ho scoperto di aver ripreso una posizione. Finale di gara con tutti al volante con Lorenzo a cercare di dare il giusto contributo, compreso supportare Alessio che tra una mattinata Ikeiana e una scheda di bodnar che non ne voleva sapere di andare, è andato in confusione quando gli si è chiesto di fare il calcolo della benza (roba che normalmente avrebbe eseguito a mente, con tanto di grafico e varie possibilità di mixture). Grazie a tutti per il supporto per questa gara, ci vediamo alla prossima Ivan
  11. Comunico il mio ritiro dal campionato per motivi tecnici-logistici . Peccato, il simulatore mi piace molto e la Ferrari è davvero divertente da portare. Ci vedremo su qualche altra auto. Ivan
  12. Ivan Gridello - 48 76561198101125856 Team da definire Numero auto: 972
  13. confermo primo modello anche per me senza scritta"Driver"
  14. presente preferenza per il primo modello
×
×
  • Create New...