Tortella estrae dal suo cilindro un’altra magia che lo porta a vincere in maniera convincente il Gran Premio del Messico 2018. Una gara condotta in sordina all’inizio nella quale ha lasciato sfogare i suoi avversari ma che poi si è trasformata in un trionfo. Dalla pole position partiva Santacroce che nonostante il poco allenamento surclassava tutti e piazzava la sua Mercedes davanti. La classe non è acqua e le sue doti velocistiche mettevano in luce la voglia di chiudere qui, all’Hermanos Rodriguez, la pratica Campionato del Mondo ma si sa che al destino piace giocare ai dadi con la vita quotidiana e così, dopo essersi fatto infilare al semaforo verde da uno brillantissimo Mechetti, nel volgere di poche tornate precipitava dalla seconda all’undicesima posizione! L’alfiere della scuderia Ferrari era in gran palla ieri sera e imponeva un ritmo forsennato alla gara così come Zerbini e Tortella che si investivano nel ruolo di inseguitori caparbi e coriacei. Chi invece ha dovuto issare bandiera bianca fin dalle prime battute, è stato il povero Morandi alle prese con un sacco di problemi alla sua monoposto e Giocarolli che si è visto sfumare l’ottima partenza nello spazio di due giri passando dalla quarta alla nona posizione a causa di una macchina ingestibile nelle parti lente e nei veloci cambi di direzione delle S centrali portandolo a due errori che alla fine lo inducevano al ritiro prematuro al 15° giro. Stessa sorte per il mitico Reali che doveva abbandonare la gara al 29° passaggio.

Ciucci nel frattempo, come ad Austin, iniziava la sua lenta ma costante rimonta a bordo di una Williams davvero responsiva ai suoi comandi. Nelle retrovie, Antonacci faceva da traino a Basilico pur mantenendo sotto controllo la situazione dagli specchietti della sua Renault. Un contatto tra Poli e Lapadula faceva scivolare il pilota elbano in ultima posizione e vedeva vanificare tutti gli sforzi fatti per portarsi nelle posizioni di testa. A metà gara, Zerbini dava a fondo a tutte le sue capacità di guida veloce e scavalcava Mechetti in prima posizione sorpassato poco dopo anche da Tortella. Santacroce, invece, recuperava posizioni su posizioni con uno stile di guida a dir poco fantastico e davvero remunerativo anche sul versante gomme. Lapadula raggiungeva la terza posizione con la seconda Red Bull seppur per poco tempo perché poi al rientro ai box per il pit-stop cedeva nuovamente la posizione agli avversari più immediati. Lì davanti ormai le micce sono accese e l’esplosione di sorpassi è pronta a scatenarsi tant’è che assistiamo ad una bellissima lotta tra Mechetti, Tortella e Zerbini.

Quando rientra Zerbini ai box per l’ultimo cambio gomme Tortella sembra distante per poterlo raggiungere e sopravanzarlo ma in realtà al ritorno in pista, Zerbini se lo ritrova alle calcagna e nel giro successivo con il DRS aperto, Tortella piazza l’attacco decisivo per guadagnare la leadership. Mechetti capisce che nulla può allo strapotere dei primi due anche se tenta di raggiungerli in ogni modo. Alla fine di 71 giri estenuanti, Tortella passa per primo sulla linea del traguardo seguito a 9” da Zerbini e a 30” da Mechetti. Giù dal podio, un grande Santacroce che limita i danni e a sole due gare dalla fine vede la vittoria finale di questo Campionato. In quinta posizione, Lapadula che con la seconda Red Bull dimostra bravura e costanza di rendimento; a seguire, Ciucci, uno sfortunato Poli, l’omnipresente Antonacci e Basilico a chiudere la miserrima truppa di partecipanti a questo Gran Premio del Messico. Anche in questa occasione sono state numerose le defezioni a cominciare da Diana che manca ormai da Monza agli appuntamenti del Mondiale e che speriamo possa calcare nuovamente l’asfalto nelle ultime due gare. Con 35 punti di vantaggio, Santacroce sente il fiato sul collo da parte di Tortella e i 50 punti in palio possono sovvertire l’esito finale magari con un epilogo all’ultima gara ad Abu Dhabi. Chi lo sa? Come andrà a finire in terra brasiliana fra 15 giorni? Questo e altri interrogativi verranno dipanati il 14 novembre a Interlagos e quindi vi terremo aggiornati sull’esito finale. Stay tuned with RacingOnTheWeb e SimRacingLeague! 

0
0
0
s2smodern