Altra grande vittoria di Pierfrancesco Santacroce che ormai vede il titolo nelle sue mani complice la defezione di Fabio Diana in questo 17° appuntamento del Mondiale di F1 targato ROTW e Sim Racing League. Una condotta di gara che ha messo in luce un Santacroce giocare come fa il gatto col topo tanta era la superiorità della sua monoposto. Alle sue spalle un Tortella che ha provato in tutti i modi di stare davanti al pilota Mercedes ma che poi alla fine ha dovuto alzare bandiera bianca; anche Cornacchia ha dato saggio di capacità di guida straordinarie tanto da riuscire ad agguantare un ottimo terzo posto. Alla luce della Q3 il favorito era sicuramente Santacroce anche se Tortella lo seguiva a pochi decimi e dietro di loro il mucchio selvaggio era pronto a cogliere ogni minimo errore per sopravanzare i due contendenti alla vittoria. Alla partenza tutto filava via liscio fino alla curva n°9 dove Ledda si intraversava coinvolgendo un gran numero di macchine: Safety Car subito al primo giro e tanti piloti che rientravano per riparazioni varie. La classifica vedeva in quel momento Santacroce in testa, poi Tortella, Legnaro, Cornacchia, Mechetti, Reali, Morandi, Doria, Ciucci, Giovannelli, Basilico, Antonacci,Ledda, Poli,Giocarolli.

Al 6° giro si ripartiva con Santacroce che prendeva un piccolo vantaggio su Tortella ed un arrembante Cornacchia che, dopo pochissimi chilometri, sorpassava un Legnaro in leggera difficoltà a causa della scelta di mescola. Anche Mechetti iniziava una bella lotta con Legnaro ma i suoi tentativi si infrangevano costantemente contro il forte pilota brianzolo. Tortella tentava un undercut al 22° giro che andava a buon fine quando Santacroce, rientrante in pista dopo il suo pit, vedeva il pilota Frentano davanti a sé con 3 secondi di vantaggio. Il leader manteneva il suo vantaggio costante rispetto al diretto rivale con uno stile guida impeccabile, con giri veloci su giri veloci.

Ma dopo il 35° passaggio sul traguardo, Santacroce rompeva gli indugi e decideva di sferrare il contrattacco costringendo il pilota che gli stava davanti a forzare il ritmo. Un ritmo indiavolato che ha provocato uno stress sui pneumatici davvero importante per Tortella ed al 49° giro il sorpasso decisivo sul rettifilo finale. Alle loro spalle, la gara non riservava grossi palpiti con posizioni congelate fin dal rientro della Safety Car nella corsia box. Davanti alla bandiera a scacchi, Santacroce e poi Tortella che fino all’ultimo le ha provate tutte per vincere questa gara. A poco meno di 43”, uno splendido Cornacchia conquistava il terzo gradino del podio. Legnaro, con una scelta discutibile sulla mescola in partenza, guadagnava la quarta posizione sebbene con tanti rimpianti visto l’ottimo ritmo che era riuscito ad impostare nel corso della gara. Bene anche Mechetti che, con l’unica Ferrari sopravvissuta, si regalava il quinto posto. A seguire, Morandi, Giovannelli e Antonacci in nona posizione. Un gran premio che ha segnato parecchi errori da buona parte dei piloti per colpa di monoposto davvero molto difficili da controllare e da tenere a bada in accelerazione ma i i top driver sembrano non conoscere difficoltà né patemi. Prossimo appuntamento fra 15 giorni sul circuito di Austin per il gran premio degli Stati Uniti: circuito molto tecnico che come sempre metterà alla frusta i nostri piloti e che potrebbe già indicare il papabile vincitore del mondiale 2018 di F1. Con 64 punti di vantaggio su Diana, Santacroce potrebbe dormire sonni tranquilli ma si sa che ogni gara è una riserva di sorprese dietro all’angolo per cui a noi non rimane che darci appuntamento per il 24 Ottobre sempre con RacingOnTheWeb e Sim Racing League. Stay tuned!

0
0
0
s2smodern