Santacroce vince il GP di Russia ed incrementa il distacco dal suo diretto rivale in classifica, Fabio Diana. Una gara che s’era messa tutta in salita fin dallo start per via un drive-through impartito dalla Direzione Gara per colpa di un millimetrico sobbalzo della sua Mercedes una volta ingranata la prima marcia: analoga sanzione per Daniele Poli che lo costringe rapidamente a rientrare ai box per espletarla. Qualifiche segnate dal dominio di Santacroce mentre Diana non ha fatto mai un giro buono complici un sacco di errori. Così dietro a Pierfrancesco, Tortella guadagnava la seconda posizione e Poli la terza. A seguire, un redivivo Giocarolli,poi Reali, Basilico, Mechetti, Ciucci, Giovannelli, Diana, Antonacci e Doria a chiudere lo sparuto gruppo di piloti presente a questo appuntamento in terra russa. Nelle prime fasi di gara, Tortella passava in testa seguito da Reali che grazie ad una fantastica partenza guadagnava la bellezza di 3 posizioni e Giocarolli il tutto fino al decimo passaggio quando Reali diventava il nuovo leader. Un Diana inferocito, metteva a ferro e fuoco la sua Haas portandosi dalla 10a alla 4a posizione con sorpassi a ripetizione e una condotta di gara spregiudicata.

Il primo a rientrare per un tentativo di undercut è Giocarolli  al nono giro: il passaggio dalle SuperSoft alle Soft portava i suoi frutti intorno al 16° passaggio quando il pilota ferrarista si ritrovava in seconda posizione dietro le spalle della volpe Reali che con un’amministrazione sagace delle coperture, gli ha permesso di fare un solo pit stop. SIngolo pit-stop anche per Ciucci che come per Reali, ha saputo conservare le gomme dall’usura complice un setting davvero ottimo per la sua Williams. Un nervosissimo Diana abbandonava la gara al 25° giro mentre nello stesso istante Santacroce guadagnava la leadership che non avrebbe più abbandonato se non per una manciata di giri dopo il secondo pit-stop. Pochi sorpassi e tanta strategia sul consumo gomme condivano la gara qui a Sochi tranne dal 40° giro in poi dove dapprima uno scatenato Ciucci infilava di prepotenza con un bellissimo sorpasso, la Ferrari di Giocarolli per una meritata quinta posizione. Poli vinceva il confronto diretto con Reali dopo sorpassi e controsorpassi.

E così alla fine di 53 giri di questa anonima gara in stile Singapore, Santacroce vedeva per primo la bandiera a scacchi mentre Tortella con una gestione sopraffina delle gomme tagliava in seconda posizione il traguardo a soli 2 secondi dal leader. Al terzo posto, il sempre ottimo Poli che, orfano del suo compagno di scuderia Zerbini, ha tenuto alta la bandiera della Pink Lady Force India. Al quarto posto Reali e a seguire Ciucci, Giocarolli, Mechetti, Giovannelli, Basilico e Doria, ultimo dei piloti sopravvissuti allo stillicidio dei muretti del circuito russo. Come anticipato alcuni mesi fa, la lotta al titolo ha assunto un contorno diverso ed ora sembra essere Santacroce in gran forma per lo sprint finale di questo durissimo campionato. Ma le sorprese e le voglie di rivincita di Diana possono ancora rimescolare le carte. Chi sarà il vincitore nella terra del Sol Levante la prossima settimana? Se volete saperlo dovete rimanere collegati con noi e vedere la diretta sul canale YouTube di RacingOnTheWeb. Stay tuned!

0
0
0
s2smodern