Il Primo sigillo stagionale del campionato di Formula 1 organizzato da SimLeague e RacingOnTheWeb nel circuito Australiano di Melbuorne porta la firma di Giovanni Mechetti! Emozioni a non finire in pista che si sono potute vedere e gustare grazie alla diretta live! Lo stratega emiliano azzecca tutto, una partenza in discesa per lui che partiva dalla sesta piazza dopo soli due giri prendeva la testa della corsa, subito lotta con Poli che al quarto giro si prende la leadership della gara fino al suo primo stint. Il pit anticipato dell’esperto pilota della Ferrari è la mossa decisiva, Poli accusa il colpo e incappa in una penalità, DT per lui ed un distacco da Mechetti scoraggiante.

Scoraggiante per molti non per lui che cambia strategia e a soli 3 giri dalla fine tornano ingaggiati. La freddezza e l’esperienza di Mechetti con gli pneumatici usurati hanno fatto la differenza, Mechetti taglia il traguardo primo davanti a Poli che si deve accontentare della medaglia d’argento nonostante ci abbia provato fino all’ultimo. Ad inizio gara il Poleman Diana parte bene mantenendo la testa per solo il primo giro, poi una serie di errori di guida costanti per buona parte della gara lo relegano a centro gruppo. Santacroce che partiva al fianco di Diana parte male e perde subito alcune posizioni, idem Cornacchia. Bel duello tra loro due, a volte sfociati in qualche contatto di troppo, durato quasi tutta la gara, anche per loro la risoluzione della gara è avvenuta alla fine con Santacroce che riesce a conquistare il podio lasciando la classica medaglia di legno a Cornacchia. Più indietro Ledda lotta in pista con i migliori ma paga qualche decimo dagli avversari, Anche Morandi, autore di una buona gara fa pochi errori e centra l’obbiettivo primario di portare la vettura al traguardo precedendo Ledda in 6° posizione e dietro un Diana che nonostante la serata negativa chiude in 5° posizone. Bandiera a scacchi raggiunta per Cona, Lapadula, Giovannelli e Antonacci. Problemi tecnici invece per Giocarolli e Zerbini che si sono visti costretti al ritiro forzato, gara non conclusa anche per Baldi, Pasquazzo, Bonardi e Vigni.

0
0
0
s2smodern