Che Monaco sia una gara tattica, conseguenza di un'elevata difficoltà di sorpasso in pista, è una cosa nota ormai a tutti. Le difficoltà dei piloti, nel secondo appuntamento di questo campionato, erano notevoli. I guard rail dovevano essere sfiorati per tirar fuori degli ottimi tempi.
Chi ci riesce al meglio, in qualifica, è Zerbini che conquista la pole position per soli 64 millesimi di secondo su De Pasquale. Solamente loro due riescono a battere il muro dei 90 secondi e sembrano avere qualcosa in più sui propri avversari. Questi due piloti, insieme a Tortella e Spadi, rispettivamente in terza e quarta posizione, partiranno con gomme Soft, mentre Mazzei, in quinta, con le Medium. Una buona diversificazione delle strategie che oggi giocheranno ruoli fondamentali.

Al via della gara la prima grandissima emozione: una piccola sbavatura, forse dovuta a pneumatici troppo freddi dal giro di lancio, di Zerbini in uscita dalla Saint Devote permette a De Pasquale una miglior accelerazione e il sorpasso che gli garantisce la testa della corsa. Dietro, Tortella Spadi e Mazzei seguono a ruota, mentre gli inseguitori si staccano al secondo giro, dopo un contatto al Tabaccaio tra Ciucci e Ledda, che vede il pilota del team Lost andare in testacoda.

La gara prosegue con De Pasquale a condurre, con circa due secondi, sulla coppia Zerbini-Tortella. Più staccati, invece, Spadi e Mazzei. Il primo a fermarsi per la sosta obbligatoria è De Pasquale, a seguire Tortella, Spadi e Zerbini. Strategia uguale per loro: nuove gomme Soft e aggiunta di carburante. Sosta che dura 21 secondi e sarà decisiva. Chi effettua il pit al 23esimo giro è Mazzei che, partito più pesante, rabbocca soltanto qualche litro di carburante senza cambiare gomme, spendendo solamente un secondo circa alla sua piazzola, ed uscendo subito davanti il suo compagno di squadra De Pasquale.
Le difficoltà di sorpasso aiutano il duo Racing oN3 a mantenere le due posizioni di testa fino alla bandiera a scacchi, nonostante il rientro di Zerbini e Tortella. A due giri dal termine, il pilota del DAWI Racing Team commette un altro errore in uscita dalla Saint Devote e regala il podio all'ottimo Lorenzo, sempre veloce e costante anche nelle strette curve di Monaco. Spadi, invece, non riesce nella sua rimonta ma terminerà settimo, complice anche il travolgere Poli in testacoda, all'uscita, sempre, della Saint Devote. A conquistare la quinta piazza è Boga, aiutato dalla strategia giusta. Tra loro, in sesta posizione, si inserisce Bonani, partito nono. Chiudono la top10 Legnaro, Ciucci e Ledda.

Dando uno sguardo alla classifica, la seconda vittoria consecutiva di Mazzei lo pone in piena leadership con 21 e 22 punti di vantaggio rispettivamente su Boga e De Pasquale. Dovrà, però, fronteggiare gli 80Kg di zavorra sul tortuoso percorso del Nordschleife. Tortella insegue in quarta posizione, staccato di un singolo punto, mentre Spadi, al momento quinto, di punti ne ha 33. Nella classifica team, La coppia Mazzei-De Pasquale, porta la Racing oN3 Red saldamente al comando, con 102 punti. Zerbini e Spadi, con il DAWI Racing Team, si trovano in seconda posizione, a 60 punti. Chiude il podio il ROTW Racing Team, di Tortella e Legnaro.
Tra due settimane vedremo i piloti avventurarsi sul tortuoso "Inferno Verde". Le zavorre saranno la chiave per vedere le carte rimescolarsi e potremmo assistere a duelli spettacolari e colpi di scena sorprendenti. L'appuntamento è, quindi, per Giovedì 29.

0
0
0
s2smodern