Nel primo gran premio del Porsche Super Cup è Giuseppe Mazzei a tagliare per primo il traguardo. Il pilota della Racing oN3 si aggiudica così il GP di Monza prendendosi anche i punti bonus della qualifica con il tempo di 1:46.554 che gli è valsa la Pole Position e del miglior giro in gara (1:47.100). Una gara che parte subito bene per lui, meno per Boga che sbaglia la marcia per lanciarsi e si vede sfilare da un ottimo Spadi, e dovrà faticare non poco per ripassarlo, complice anche un contatto qualche giro dopo. Il gruppo passa bene le insidie dei primi giri, e una volta mandate in temperatura le gomme si iniziano a vedere i primi duelli. Alla fine del primo Stint Mazzei va in testa coda lasciando la leadership della gara a Boga. Zerbini, molto veloce ma con una vettura un po’ troppo nervosa commette qualche errore di troppo che lo relegano più indietro di quanto potrebbe.

Anche Ledda paga qualche errore di troppo che gli costano qualche posizione, mentre Legnaro e Benedetti tengono il loro passo subito dietro i primi 5 con davanti un De Pasquale, all’esordio su ROTW che offre una prestazione di altissimo livello. Nelle retrovie i problemi tecnici di Basilico, ma soprattutto Reali li tengono fuori dalla bagarre per un posto importante in classifica, con Basilico costretto addirittura al ritiro dopo poco più di metà gara.

Verso fine gara un doppiaggio consente a Mazzei di avvicinarsi a Boga per sfruttare tutta la scia e così dopo l’Ascari si arriva alla parabolica appaiati, Boga apre troppo il gas e va in testacoda e Mazzei riconquista la prima posizione che gli vale la vittoria. Dietro Spadi è lontano e Boga può comunque riprendere e finire la sua gara in seconda posizione davanti a Spadi che precede il duo Tortella-Poli. De Pasquale, Legnaro, Benedetti, Zerbini e Ciucci chiudono la top 10!

Tra gli altri piloti da segnalare sicuramente Doria che non è riuscito a ripetere le buone prestazioni del Series, in evidente difficoltà ieri sera, insieme a Steccanella, autore di un ottima prima parte di gara ma che poi non ha concretizzato per via di un problema alla strategia di gara, forse simile a quello occorso a Basilico, riuscendo dal pit con le Super Soft invece delle soft, che fino a che hanno tenuto gli hanno consentito buone prestazioni per poi cedere posizioni su posizioni a fine gare per via del degrado e delle temperature sicuramente fuori range. Gara di apprendimento invece per Mazzatenta, Giovanetti, Catta e Pasquazzo che devono levare un po’ di ruggine e riprendere il ritmo gara che sicuramente hanno e che faranno vedere nei prossimi GP.

Archiviata Monza tra 15 giorni i piloti saranno impegnati sul tortuoso ma affascinante circuito di Montecarlo dove tra muretti e zavorre ne vedremo sicuramente delle belle!

0
0
0
s2smodern