Amaglio tiene aperto il campionato a 2 gare dalla fine vincendo il GP di Abu Dhabi. Il pilota della Lotus é autore di una serata perfetta che lo ha visto ottenere, oltre al successo, anche la pole position precedendo proprio il campione in carica della Ferrari. In gara la strategia della Lotus é stata vincente e, se non fosse per un errore di Di Turi a pochi giri dal termine, avrebbe ottenuto una fantastica doppietta. Al secondo posto, grazie all'errore del pilota Lotus, é arrivato Cutillo, che limita i danni nei confronti di Amaglio presentandosi così con 37 punti di vantaggio a due gare dal termine. Sul gradino più basso del podio arriva Di Turi che, oltre a consolidare la sua terza posizione in classifica, permette alla scuderia di allungare sulla Ferrari in classifica costruttori.
In quarta posizione arriva Giocarolli che, dopo una qualifica non eccelsa che lo vedeva scattare dalla ottava posizione, é autore di una bella gara che lo ha portato a ridosso del podio. Ottimo quinto posto per Ciucci che dopo una serie di gare opache trova un ottimo risultato. Sesta posizione per Spadi che dopo l'ottima qualifica, terzo sulla griglia, non riesce ad ottenere molto in gara. L'altra Williams di Bellavista arriva settima, mentre in ottava posizione troviamo l'ottimo Scandelli che sino ad ora ha fatto una buona stagione.  Nono arriva Zerbini che, anche grazie ai ritiri delle due Sauber, tiene vive le speranza della McLaren di arrivare terza nel campionato costruttori. L'ultimo punto a disposizione va a Fabrizì che porta in zona punti l'altra Mercedes.

Adesso si andrà subito negli States dove lunedì si correrà il GP del Texas.

Stefano Zanobini.
0
0
0
s2smodern