Welcome to RacingOnTheWeb Portal

Notizie

GT3: VENI, VIDI, VICI….SPIELBERG E’ DI PINTUS

In queste tre parole possiamo riassumere l’esito della gara pro in GT3: Gavino Pintus, chiamato a sostituire occasionalmente il compagno di team Piccinini, non si è certo risparmiato apponendo ancora una volta il proprio sigillo. Nella gara svoltasi sul circuito austriaco di Spielberg, il Red Bull Ring, ex A1 ring, Pintus si è dimostrato nuovamente il pilota da battere e nulla ha potuto il poleman Melonari, sebbene la lotta tra i due li abbia visti sulla linea del traguardo staccati di poco meno di due secondi. L’alieno Gavino ha avuto la meglio su Andrea all’undicesimo giro, quando è riuscito nel sorpasso alla Remus Kurve dopo aver preparato una migliore accelerazione in uscita dalla Castrol. Melonari ha cercato di riportarsi su Pintus ed è rimasto la sua ombra per tutta la durata della gara ma senza mai però riuscire a riprendersi la prima posizione...
Dietro Mazzei riesce ad avere la meglio di Fistarol già al terzo passaggio con un egregio sorpasso all’esterno della Niki Lauda, anche in  questo caso Federico  non molla l’osso finchè alla 25esima tornata cerca di rendergli il favore sempre alla Lauda, ma all’interno. I due arrivano al contatto, leggero, ma quanto basta a costringere Giuseppe nella ghiaia e a soccombere anche al compagno Nania. Sfortunata la prova di Dalledonne, dopo aver subito il sorpasso ad inizio gara da Gioacchino, è costretto al ritiro a causa di una staccata esagerata di Bellomi che lo investe in pieno alla Remus. Così come sfortunata pure è  la prova di Occhipinti che si vede beffato da Legnaro poco prima della bandiera a scacchi perché affronta un po’ troppo allegramente il cordolo che immette sul rettifilo dei box. Il podio della Pro vede quindi sul gradino più alto Pintus, subito sotto si posiziona Melonari e quindi Fistarol.
Nella categoria SemiPro parte in pole Salucci seguito da Montani e Cornacchia, dietro Internullo si rende responsabile già al primo giro di un tamponamento ai danni di quest’ultimo coinvolgendo anche Salucci che subirà le maggiori conseguenze. Indenne Montani che approfitta per prendere momentaneamente la testa della corsa, favoriti dall’incidente anche Reali e Zecchin con Cornacchia che ringrazia la sorte per aver ripreso la corsa senza troppe perdite. Davanti Montani fa l’andatura ma deve subire il sorpasso di Reali alla Castrol dopo aver perso velocità in un doppiaggio, Bruno non ci sta e alla Remus tenta l’interno ma i due arrivano al contatto col risultato di dover cedere posizioni a Zecchin, Cornacchia e Salucci. Proprio questi due danno vita negli ultimi giri ad un duello cruento: Mauro, più veloce, non riesce a trovare lo spiraglio giusto, Giorgio utilizza ogni centimetro di pista per la difesa, ma dopo alcuni giri in cui i tentativi si sprecano, Salucci riesce alla Lauda nel proprio intento, sebbene accarezzando la fiancata di Montani. Sfortunato Bruno che nel cercare il rientro trova un contatto in uscita alla remus con il doppiato Di Marzo perdendo altre posizioni.
Si conclude così un gara alquanto rocambolesca, farcita di numerosi errori e contatti, che vede in prima posizione Zecchin, al secondo posto Salucci e al terzo Di Cori.
Questa prova era il giro di boa del champ Gt3, esattamente a metà campionato i piloti si sposteranno nell’emisfero australe e più precisamente in Australia, sul toboga del Barbagallo, circuito che nonostante i due lunghi rettifili e tra i più corti del circus.
Un arrivederci fra quindici giorni.

Stefano Bonani.
0
0
0
s2sdefault
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31