Welcome to RacingOnTheWeb Portal

News

A Machwerk è conferma Muià

Sulle tortuose strade di Machwerk, e dopo la vittoria al Col de Joux, il forte pilota RoN3 si conferma specialista delle prove a cronometro dove i punti in palio sono raddoppiati rispetto alla norma. Già dalle libere il tempo fatto registrare faceva intuire quale fosse il potenziale di Muià, capace di ripetersi e migliorarsi nella fase finale dello special event aggiudicandosi la prima posizione. Alle sue spalle, con un distacco minimo, arriva Biagi, sempre della “famiglia” RoN3, anche lui ferma il cronometro con un tempo vicinissimo a quello fatto registrare nelle prove.

Per entrambi segno inequivocabile di una sicurezza di guida anche in prove di questa difficoltà, dove il margine è minimo e ogni errore non concede la possibilità di recupero. Chi paga pegno invece è Porreca, il pilota in testa alla classifica non riesce a concludere la prestazione alla solita maniera e si deve accontentare della 16a piazza, la sua prova è stata marcata da diversi errori probabilmente a causa del poco allenamento. Chi né approfitta della debacle del pilota PND è invece Bonani, che riesce a salire sul gradino più basso del podio portando punti preziosi alla propria causa e a quella del team Rotw.  Medaglia di legno per il primo dei piloti VDA Bonni,  seguito da un sempre più convincente Lorenzo Tortella e da un ottimo Ivan Ferrari, quindi Cassettari, Mandelli e Vivenzio concludono la top ten. Nella classifica generale piloti Muià ruba la testa a Porreca, mentre terzo si instaura Biagi, per i team invece i RoN3 Black balzano in avanti seguiti a ruota dai VDA Ruzza Power e dai PND Strong.

Ora  aspettano i piloti le ultime due gare “regolari” prima della superfinalissima.