Sul Circuito austriaco con layout 1979 si è corsa gara 6 del Legends Historic Car Championshp. Gara in configurazione “Classic”, vale a dire ben 90 minuti per i piloti chiamati a gestire i bolidi targati primi anni 70: De Tomaso Pantera, BMW 3.5 CSL, Ferrari 365 GTB e Ford Capri 3100RS. Quattro vetture piene di fascino e di storia! La gara è andata come da pronostico, le Capri qui avevano qualcosina in più, anche se la partenza sprint delle BMW, soprattutto quella di Tortella, per buona prima parte di gara aveva fatto presagire il contrario con le due Capri di Schiavi e Porreca (poleman di serata) ad inseguire davanti all’ altra BMW di Giannone. In partenza subito un colpo di scena, Banello vanifica la sua ottima qualifica sul cordolo di curva 1 andando a saltare con la sua vettura perdendo il retrotreno e stampandosi sul muro opposto e costretto a riprendere dall’ultima posizione, una brutta manovra che toglie di scena un possibile protagonista e candidato alla vittoria finale. Schaivi e Porreca hanno non poche difficoltà a superare la BMW di Tortella che in uscita curva è più veloce per poi pagare nel lungo, ci mettono ben 4 giri a passarlo, mentre nel 8° è Porreca a prendere la testa della corsa grazie ad un bel sorpasso su Schiavi.

Giannone, Morandi e Puzzarini si giocano la terza posizione fino al momento del pit, dopo le loro posizioni si stabilizzano tranne che per Morandi in lotta con Santacroce e Banello che nel frattempo ha recuperato molte posizioni. Nonostante queste lotte Morandi tiene la posizione su Bannello mentre Santacroce è stato costretto al ritiro. Riccelli, con la sua Ferrari era anch’egli risalito fino alla terza posizione grazie ad una condotta di gara costante e una strategia tutta da scoprire ma appena passata metà gara viene a contatto con Vigni distruggendo la sua vettura. Costretto alla sosta ai box prolungata deve dire ancora una volta addio alla lotta per il podio. Dopo ben 90 minuti di gara Porreca taglia il traguardo in solitaria, Schiavi con un ritardo di 37 secondi è secondo davanti a Tortella che cosi piazzato limita i danni in classifica generale. Giannone in P4, e Puzzarini dopo le prime 4 gare da dimenticare finalmente è autore di una buonissima gara piazzandosi per la seconda volta consecutiva in P5. Morandi, Banello, Doria, Porcelli e Riccelli chiudono la Top Ten.

0
0
0
s2smodern