Welcome to RacingOnTheWeb Portal

News

logofilodiretto

A tu per tu con....Giuseppe Reali

Torna questa settimana l'appuntamento con la rubrica "Filo Diretto" dopo tre settimane di astinenza tra feste, ponti, e lavori per il sito! Quest'oggi pubblichiamo l'intervista al pilota Team 7 Giuseppe Reali, realizzata qualche settimana fà dopo la gara di Zandvoort. Buona lettura:

Reali: Innanzitutto un saluto a tutti e vi ringrazio per la gradita sorpresa.

ROTW: Le prime quattro gare non sono andate benissimo per te, 18° posto all’Hockenheimring e 18° al Lausitzring., 10° posto a Bupdapest e 12° al Norisring. Nell’ultima gara invece una grande prestazione culminata con il 4° posto finale. Quali sono state le difficoltà più grandi che hai incontrato fin qui nel campionato rispetto all'ultima gara?

Reali: Sicuramente ho trovato molto complicato adattarmi a questo tipo di auto (mod), molto veloci in curva

Reali_Nurburgring

e con un setup non proprio intuitivo da sistemare. Ora mi trovo un pò meglio in configurazione gara ma non sono ancora riuscito a capire e sfruttare le gomme morbide, cosa che ad ogni gara mi obbliga a partire dal fondo della griglia. Riguardo l'ultima gara, avevo un buon passo ma devo anche ammettere di aver avuto una bella dose di fortuna, tanti piloti hanno commesso errori o incidenti, alcuni anche miei di cui mi scuso, che mi hanno consentito di cogliere un insperato 4° posto.


ROTW: Ci sono 5 piloti in lotta per il titolo racchiusi in 20 punti Chi vedi come favoriti per contendersi la vittoria finale?

Reali: Domandona da un milione di dollari; visti i pochi punti che separano i contendenti al titolo e considerato che tutti questi piloti sono velocissimi, sinceramente non ho la minima idea di chi sarà il vincitore del campionato, probabilmente se lo aggiudicherà colui che sarà più consistente e fortunato in queste ultime gare.


ROTW: Sei quasi sempre presente in TS per allenarti, e stare in compagnia, hai un grande entusiasmo che trasmetti a chi è con te, come fai a trovare ancora lo stimolo e le motivazioni dopo tanti anni di OLR?

Reali: A parte che più che allenarmi frequento il ts sopratutto per la compagnia, credo sia la grande passione per i motori, e di tutto quanto gli gira attorno, che ho fin da quando ero poco più di un bambino e che mi ha spinto allo studio dei motori e della meccanica. Oramai alla mia età, visti anche i fortissimi piloti che partecipano ai vari campionati, non ho ambizioni di vittoria, mi basta la bagarre ed il portare a termine le competizioni, anche da ultimo.
Comunque lo spirito della competizione fa parte di me e non mi abbandonerà mai.

ROTW: Sei uno dei veterani di ROTW e non solo, hai esperienza da vendere, cosa consigli a chi si accinge ad effettuare le prime gare online?

Reali: Diciamo che l'esperienza in certi casi può aiutare a tenere una buona condotta di gara e ad evitare, se ti ritrovi un pizzico di fortuna, certi pericoli ma non è detto che possa farti vincere anche se sei molto veloce. Ai "nuovi" di questo nostro splendido hobby consiglio di frequentare assiduamente il ts e prendere parte alle prove libere insieme agli altri piloti più esperti, così da acquisire le giuste indicazioni, setup, consigli sullo stare in pista e altre varie malizie.


ROTW: L’ OLR è cambiato parecchio negli ultimi anni, prima era considerato uno “sport di nicchia”, adesso con l’avvento delle nuove tecnologie i portali che organizzano campionati o fun event sono aumentati notevolmente con una grande massa di piloti molto giovani al seguito? Cosa pensi di questo cambiamento e dove arriverà il Simracing?

Reali: Credo sia dovuto alla naturale evoluzione delle cose, sono tantissime le persone appassionate di corse ma pochissimi, dati gli altissimi costi, hanno la possibilità di cimentarsi dal vero con una propria auto. E così, con simulatori e periferiche sempre più sofisticate e prezzi più contenuti di un tempo, gli appassionati possono guidare e gareggiare con auto da sogno dando sfogo alla grande passione per la competizione.
In futuro, a parte mega postazioni da decine di migliaia di euro, penso che il fotorealismo sia la prossima frontiera da raggiungere.


ROTW: Fai parte di uno dei team che hanno fatto la storia del Simracing, che continua a vivere grazie soprattutto alla tua voglia di non mollare, ormai è una seconda pelle, lo sarà per sempre?

Reali: Il Team Seven è nato nel lontano 2002 quando alcuni di noi correvano già online da un paio d'anni con il precursore di tutti i sim, Grand Prix Legends. Da allora siamo cresciuti e ci siamo cimentati in tantissime competizioni con i vari sim raggiungendo ottimi risultati, ma dopo tanti anni e sopratutto per motivi familiari o di salute molti sono "dormienti" in attesa di tempi migliori. Io però non mollo, finchè riuscirò a stare sulla sedia sentirete parlare del T7 ancora per molto tempo..poi spero di trovare un degno successore, un rompiballe come me LOL!


ROTW: Quali sono state le gare ed i campionati che ti ricordi maggiormente, quelle che ti sono rimasti nel cuore?

Reali: Le gare con GPL sono state le più difficili e combattute in assoluto, ricordo un bellissimo podio al Nordschleife con il mio compagno Boselli, indimenticabile. Poi gli anni degli strepitosi PnG World Tour di ROTW con lotte epiche, forte agonismo fra Team e divertimento al top.

ROTW: Il momento più difficile e quello più bello nel online racing?

Reali: A dire il vero di momenti difficili ne ho avuti parecchi, in alcuni casi avrei meritato la fustigazione pubblica, ma quelli peggiori in assoluto sono stati quando mi è capitato di rovinare la gara, magari un podio quasi assicurato, ai miei compagni di squadra. Il più bello? Non ho preferenze, sarebbero tanti i bei momenti del passato, però sono sempre contento quando disputo una gara pulita e regolare, poi se riesco anche a raccogliere qualche punticino esulto pure ;-)

Grazie PoP!!

0
0
0
s2sdefault