Jump to content

[VEC 2020-21] Commenti post gara Team ROTW


tuttotommaso
 Share

Recommended Posts

Eccomi qua, un pò in ritardo ma era impossibile non commentare la gara più epica della season!

Qualifica: La peggiore dell'anno, tanto lontano dal best senza riuscire a capire perchè, negli ultimi 2 giorni di prova non mi sono neanche riavvicinato ai tempi che facevo, poco male perchè avevamo stop e go però mi ha fatto imbestialire quando ero li, nonostante ciò mi ero fatto cosciente che dovevo rimanere focalizzato sulla gara senza fare cavolate e strafare con la guida perchè sapevamo che sarebbe stata pesante e in salitissima.

Gara: Parto con la mentalità giusta, non cerco neanche lontanamente di fare temponi in gara, semplicemente cerco di trovare il passo e gestirmi le gomme perchè non vi nascondo che Suzuka mi metteva un pò di timore (e come abbiamo visto dai numerosi incidenti degli altri facevo bene ad averne :lol:). Lo s&go arriva subito e con ivan cerchiamo di capire dove riuscire per non beccare tutte le gt, ci siamo quasi riusciti bene se non fosse che avevo lasciato la benza (fortuna aver levato il cambio gomme) convinto che il sim ignorava tutto e mi facesse soltanto la penalità invece mi rabbocca anche 12 litri che fanno perdere qualche secondo con il quale probabilemnte potevo riuscire davanti alle prime gt ma comunque quando rientro sono a metà circa del gruppone (meglio che beccarmelo tutto :sgratasd:) da li vado avanti cercando di non prendere tagli e darla sana ad Ivan.

Ivan è stato decisivo come sempre, non tira fuori dei temponi come nelle pl ma il suo passo è più che sufficiente per recuperare ma soprattutto cosa più importante la riporta al pit liscia come l'acqua, ormai (non voglio tirare i piedi) sembra aver fatto della costanza il suo forte e anche dai grafici possiamo vedere quanto premia avere quel tipo di approccio per questo tipo di gare.

Poi viene Tom che dopo questa gara penso si possa dire che a livello mentale "ci è tornato dentro" forse rimane solo un pò la foga da controllare :mf_swordfight: e magari anche qualche tasto sul volante cosi evita di farci prendere schiopponi come questa volta che all'ultima chicane decide di spegnere il motore :busted_red:. Per il resto la sua parte di gara è stata di sostanza con dei tempi veramente ottimi.

Durante lo stint di Tom ci rendiamo conto che questa non era più una gara dove bisognava soltanto arrivare a traguardo, dopo la penalità ed essere ripartiti dal fondo della classifica ci ritroviamo a ridosso della top 10 e capiamo che bisognava portare a casa tutto il possibile, un occasione cosi non poteva andare persa, esatto.. questo è quello che continuava a rimbombare nella mia testa, cosi mi carico un pò in vista della mia ultima parte di gara dove la macchina mi viede data in 8 posizione se non ricordo male, ero carico e felice pensando che dovevo soltanto fare i miei ultimi 2 stintini e magari volevo anche provare a spingere un pò visto che mi trovavo bene con le medie. 

Cosi dopo aver preso confidenza con la vettura che era leggermente danneggiata sulla parte posteriore sx proseguo ed inizio a sviluppare un passo buono fin quando nel momento più inaspettato per me compio un errore veramente da cogl!£% :46:  ancora una volta rimango stupito da me stesso nel mantenere la calma, appena dopo il botto dove ho cercato di fare meno danni possibili fermando la macchina il prima possibile in mente già mi era passato che:

  1. Non riparavo la macchina manco se ci mancava una ruota
  2. Avevo rovinato tutto
  3. Un omicidio nella prima auto che arrivava era anche lecito

E invece no! Mi fermo e con calma riparto aspettando che passano tutti, dopo essere rientrato cerco di capire se la macchina è guidabile e tempo 1 giro decido che in quel modo poteva andare anche se avessi perso 2 posizioni andava bene perchè la riparazione temo che sarebbe stata tanto lunga, la macchina era tanto pericolosa e difficile da guidare, i tempi molto alti.. ma nonostante ciò vedo che abbiamo guadagnato 1 posizione! Inizio a realizzare che la posizione andava portata a casa e nonostante le brutte condizioni della macchina dovevo cercare di trovare un passo nei suoi limiti, lo faccio e con un finale al cardiopalma dove il muretto è stata la forza chiave di questo risultato finale ci portiamo a casa la PSEIIIIIII 

Miglior risultato della stagione e in classifica si sale!! Grandi ragazzi e grande Ale che dal muretto ha fatto la differenza come sempre e soprattutto grande Andrea che con il messaggio un pò shockante della mattina ci ha tutti lasciati di stucco quindi questo risultato è tanto per lui che soprattutto con la montagna di giri nelle pl e le modifiche al set è stato comunque li con noi!

Ancora complimenti a tutti, siete grandi, rotta verso gli ultimi 2 appuntamenti più belli ed importanti della season, Spa e poi LeMans!

Continuiamo cosi carichi! Forza ROTW!

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

SPA gara 8 

Mai vista così tanta gente provare per questa gara, di norma si trova tanto traffico solo nella settimana della gara, ma SPA è SPA e attira tutti.

TEST: come sempre l'impegno è tanto e i giri messi in saccoccia sono parecchi, ho fatto il conto e prima della gara avevo oltre 360 laps in attivo. Questo però non mi ha permesso di essere veloce quanto volevo. SPA mi piace e la conosco come tutti, ma faccio sempre fatica a fare i tre settori per bene. Il set mi piace e mi da sicurezza, ma qualquadra non mi cosa e forse questo non mi fa sentire sicuro sulla parte guidata finale dove perdo parecchio, ma le endu non si corre solo per il best lap e quindi sotto a trovare il passo concreto..... (in qualche modo devo darmi da fare)

Qualifiche: vediamo.... le fa Lorenzo e quindi mi stravacco sul mio sedile (sticassi manco un contorsionista ci riuscirebbe) e me le godo (dal grafico dei battiti direi che spingevo anche io sul pedale del gas di Lorenzo... essi perchè sto giro ci siamo muniti di rilevatore dei battiti per monitorare quanto mer*a sono fisicamente :D )

Gara: parte Lorenzo e da subito capiamo che la nostra strategia non paga sul confronto diretto con chi ha ala bassa, perdiamo un paio di posizioni e quando le gomme scendono e noi saliamo di prestazione non riusciamo a passare, troppo complicato... ci siamo appuntati che per la prossima volta dobbiamo smontare l'ala e partire da li per fare il set che serve.

Lorenzo mi lascia la vettura in ottima posizione, io entro in pista e mi trema leggermente il piede, ma non ho tempo di pensarci, giro su giro mi trovo sempre le GTE tra le balle e non riesco a tenere il passo che avevo nelle libere, mi capita spesso, devo sistemare questa parte. Come sempre i miei due turni di guida sono veloci, pure troppo, come mi scaldo mi accorgo che devo cedere l'auto a Tommaso ma so che ne ha e quindi imposto il pit con tutte le cosine regolate e mi fermo al box.

Potrei commentare gli altri stint, tra Tommaso che spinge, Andrea che fa due turni incredibili, Alessio che entra titubante ma fa una super gara ed infine Lorenzo che chiude con due stint e mezzo montando le medie e andando come una lippa (ricordiamocelo che è il termine ufficiale ROTW), ma la cosa che mi  preme scrivere è che alla una di notte, quando la gara è finita, eravamo in SEI su TS a scambiarci manate virtuali sulle spalle. Si è unito anche Stefano che ci ha supportato inserendosi con spunti interessanti e dando il suo contributo alla riuscita della gara. Per tutte le otto ore di gara piu le due di apertura del server in TS oltre al pilota c'era un muretto di almeno due persone a dare aiuto.

Questo è lo spirito che ci piace, questo è anche il motivo per cui ci siamo tenuti stretti la permanenza in DIV2 e abbiamo in attivo dei risultati che ad inizio stagione erano impensabili. Prima stagione con la P2, rientro in pista dopo un bel periodo di stop di Tommaso e Alessio, prima volta in una divisione dal livello alto e con tanti team super competitivi, ma nonostante questo ci siamo ritagliati una fetta di rispetto e di riconoscimento.

Bravi tutti 

Ci si trova a LEMANS per la 24 ore devastante....

Ivan

Link to comment
Share on other sites

Grandissima gara ragazzi.

In qualifica posso dire di essere uscito semisoddisfatto perchè sono stato molto vicino al best quindi alla fine guardando gli altri al massimo potevo prendere 1 posizione in più.

Gara: Partiamo per il giro di formazione e noto che il 1 si è dimenticato della partenza ed è rimasto piantato quindi rimaniamo (tutta la griglia si) ferma immobile per 30 secondi finchè il 3 si scassa e decide di partire tamponando il primo e partiamo tutti :crasd:...  Ero un pò teso perchè mi sentivo che sarebbe stata difficile stare nel gruppo se quelli attorno avessero avuto ala bassa ed è andata esattamente cosi; mi difendo un pò all'inizio ma era solo una lotta contro il tempo sapevo che prima o poi mi avrebbero infilato, anche a gomma non più fresca loro se riuscivano a starmi in scia mi facevano l'attacco e io non riuscivo a rispondere.

Ivan ancora una volta stint grandioso oltre al fatto che ha dovuto gestire il danno che avevo come un pirla preso nella seconda metà dello stint con un passo praticamente tra i migliori nella sua fase di gara e soprattutto il nostro Andreone che me lo sarei aspettato un pò più sottotono e invece risponde cosi, come una LIPPA ARROTATA con un passo brutale conduce uno stint pauroso. Tommaso un bel pò deviato dal contatto che ho avuto io nel mio stint non è potuto essere efficace come ci aspettavamo ma alla fine credo abbiamo portato a casa un grande risultato, top 10 è ormai zona nostra :asdance: (mi tocco) . Ma di Alessio vogliamo parlarne? Che prima dice eeeehh non lo so se la faccio qua e la e poi entra e inizia a spingere come un dannato??? :clapping:

Continuiamo cosi,che manca ancora la gara più importante del campionato e sicuramente dell'Anno! :00060036:

 

Link to comment
Share on other sites

Gia siamo a commentare gara 8, quasi quasi mi scende la lacrimuccia :(

A questa gara emozioni completamente invertite rispetto a SUzuka dove, consapevoli delle penalità, si partiva per portarla a casa senza troppe aspettative, ed al via si respirava aria relativamente tranquilla in attesa di penalità, ma finale al cardiopalmo. Quì invece ricordo una tensione incredibile al muretto nei primi giri che i cardiofrequenzimetri registravano gli stessi numeri di Lorenzo che era in pista :asd:, invece finale teso ma non troppo.

In qualifica vediamo subito un Lore in palla, ma il livello era stellare e 1 decimo poteva valere diverse posizioni, alla fine ottima p10.

In gara come detto, nel giro di lancio una tensione al muretto paurosa. Primi giri come ci aspettavamo, la scelta tecnica fatta non permetteva di potersi difendere e quindi sverniciati a raffica sul dritto. Si confidava nel secondo stint dove la nostra strategia avrebbe dovuto pagare, ma non avevamo fatto i conti che a Spa nel settore centrali non passi. Quindi un Lore che cerca in tutti i modi di passare Mktaryan ma niente, alla fine ci prova non appena gli lascia 1,5 cm ma va male, contatto e spin più leggero danno. Alla fine l'attacco ci stava, forse si poteva pensare ad un cambio di strategia in quelle fasi dove si è perso tanto, ma abbiamo imparato.

Lorenzo quindi fa il suo e cede l'auto a Ivan, che come sempre, la guida in modo impeccabile e stavolta, direi superlativo per come l'auto si comportava. A proposito di questo, alla fine del suo primo stint, Andrea chiede come sentiva l'auto e la sua risposta mista tra il preoccupato e l'incerto non ci lascia tranquilli. Ad ogni modo Ivan conclude i suoi due stint in modo superlativo ancora una volta. Bravissimo!

Prendo l'auto, sono concentrato e carico, appena esco dai box vedo il volante leggermente storto verso sx e mi dico "tranquillo, qualche giro e ti ci abitui, anche Lore ed Ivan l'han guidata così". CI ho provato, ero concentratissimo a non fare errori e guidarla al meglio, ma non la sentivo a posto. Troppo leggero il posteriore nelle curve medio lente verso dx, un po ballerina in staccata, non avevo fiducia. Ero lento, ma almeno non avevo commesso errori fino a -15 minuti dalla fine del secondo stint, dove quello che doveva essere un banale semi spin con fuori pista, si trasforma in un incidente con l'auto che arriva da dietro. SOspensione dx danneggiata e delusione profonda. Quando un unico errore lo si paga così mi prende male. Ad ogni modo forse è un bene perchè si ripara tutta l'auto e gara da ricostruire, fortunatamente il tempo del pit non è stato così esagerato.

Cedo l'auto ad Andrea che dimostra in gran forma, passo eccellente fino all'errore che purtroppo a Eau Rouge può capitare, quella non è una curva facile e fino a quel momento, aveva già provocato diverse vittime. Ad ogni modo poteva andare anche peggio, perchè il buon Bruno riesce in qualche modo a controllarla e limitare i danni. Grande stint, bentornato!!!

Prende l'auto Ale, che oltre alla solita melina pre gara, scende in pista e dimostra che il passo c'è, bisogna solo che lui ci crede. Gli chiedo di non parlare in cuffia perchè so che gli piace raccontarci le sue emozioni, ma quando è concentrato e come dico io "guarda solo l'asfalto", dimostra di poter stare nel gruppo. Alla fine fa 2 ottimi stint che ci permettono di ripassare l'auto a Lore in p9.

Il finale è una lotta di nervi con la p7 che ci precede di circa 20 secondi, maturati però sempre per lo stesso problema. Tanto tempo dietro a quella che era la p8 dove si era più veloci, ma non si riusciva a passare.

Alla fine soddisfatti ma non pienamente, vuoi un po perchè dopo la p6 ci si prende gusto, vuoi perchè sappiamo che la p7 era alla portata...ma comunque una posizione nella generale guadagnata e accorciato ulteriormente con quelli davanti.

SI va a Le mans per chiudere il campionato, dove voglio vedere se siamo capaci di mettere insieme tutto quello che abbiamo maturato durante questa stagione dal punto di vista della conoscenza vettura, setup, nostro potenziale e affiatamento. Se riusciamo a mettere insieme il tutto, sono convinto che possiamo fare una 24h ad alto livello.

Grandi ragazzi!

Link to comment
Share on other sites

"...la fantasia è la cosa che ti porta la felicità!"

Me l'ha detto ieri mia figlia mentre le facevo il bagno, strappandomi un sorriso e facendomi pensare a quanto siano saggi e concreti i bambini. Allora ho pensato che essere bambini, che sognare e volare con la fantasia, anche superati i quarant'anni, non dev'essere tanto sbagliato.

Quello che facciamo, in fondo, è un grande esercizio di fantasia. Cerchiamo di ricreare il più possibile una realtà che difficilmente potremmo realizzare. Stiamo ore su un sedile, chi in hobby raum e chi in camera matrimoniale, facendoci venire male al sedere forse ancor più dei piloti veri. Investiamo il nostro tempo libero in formule su un foglio excel o sul rifare una curva per 200 volte, accomunati dallo stesso "sogno".

Ne vale la pena? Sì, certamente sì. Senza alcun dubbio! E non lo dico per la P6, la P8 o la prossima P che arriverà, ma per la gioia di stare assieme e condividere queste emozioni, che di virtuale hanno poco, a orari improbabili e con persone sparse per l'Italia e non...

Insomma, grazie a tutti voi ragazzi, che mi sopportate e supportate ad ogni gara, dandomi la possibilità di crescere e di vivere insieme questi momenti.

 

Finito il pippotto passiamo alle cose serie: di Suzuka avete già fatto un resoconto molto dettagliato, risultato incredibile frutto di grande attenzione ai particolari e di una preparazione impeccabile. Poi l'aspetto emotivo del sabato mattina ha aggiunto più gusto al risultato finale. Io non ho corso ma lo stress psicofisico è stato uguale, se non superiore, soprattutto agli ultimi giri. Bello bello bello!

Parliamo di Spa: è sicuramente la mia pista preferita, non perchè sia particolarmente veloce, ma perchè l'ho sempre amata, prima da spettatore e poi da "pilotone". Ero molto carico proprio per questo motivo, ma per motivi esterni non sono riuscito a dedicare il giusto tempo per preparare la gara. Fino alla sera prima ero molto dubbioso sul correrla o meno, ma venerdì improvvisamente ho trovato la quadra e preso fiducia.
Non è una questione di tempi e di distacco dal passo degli altri. Non credo sia una questione risolvibile a breve perchè siete tutti molto veloci e particolarmente in forma. Piuttosto è un problema di sicurezza, di feeling. C'è un problema e non riesco a capire quale.
Ad esempio in frenata in alcune sessioni mi sento a posto, poi il giorno dopo perdo il feeling. Mi è successa la stessa cosa in gara: nel primo stint, almeno per i primi giri, continuavo a cannare la staccata della bus stop. Poi ho preso un minimo di confidenza, ma bastava una GT per mandarmi in crisi.
Ritornando al resoconto della mia gara: primo stint senza problemi macroscopici, a parte un passo al di sotto delle potenzialità, dovuto ad atteggiamento molto prudente nei doppiaggi e in generale ad una guida un po' da tassinaro.

Il secondo stint parte male, con un errore che non riesco a perdonarmi, perchè non dovuto alle scarse capacità di guida ma alla sola disattenzione. Per consumare qualche millilitro di benzina in meno ho messo la 6° in pit lane e probabilmente ho superato gli 80km/h, come mi era già capitato in prova. Quel drive trough mi ha indisposto e condizionato psicologicamente. Poi il recupero di quelli dietro mi ha portato a spingere un filo di più e a commettere qualche errore nel momento in cui ho sentito un decadimento della gomma, credo a metà stint.

L'errore al mio ultimo giro è un po' un classico delle mie gare ed è il secondo aspetto che mi ha fatto più incazzare, perchè legato al solito calo di concentrazione. Avevo appena detto a Tommaso che avrei completato i miei giri per evitare di farci fregare da un Code80 quando ho spinnato come un pirla alla Brussels. Gli dei del simracing hanno voluto che la P2 che era dietro passasse indenne e che la mia manovra tutto sommato non facesse così schifo.
 

Chiudo ringraziando di nuovo tutti e Stefano in particolare, che è stato con noi nell'ultima fase di gara e ci ha supportato con lucidità.

Ormai è ora di partire per Le Mans, affrontiamo quest'ultima gara con la leggerezza di un bambino e la voglia prima di tutto di divertirci, mantenendo la stessa voglia di fare bene e l'impegno che abbiamo dimostrato finora, andremo di sicuro come delle lippe!!!

Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, Ingaunopadano dice:

Chiudo ringraziando di nuovo tutti e Stefano in particolare, che è stato con noi nell'ultima fase di gara e ci ha supportato con lucidità.

Grazie a voi per il reintegro in squadra..

Le endurance sono sempre state le gare più belle per me da fare..non solo per la gara in se stessa, ma per tutto quello che la circonda comprese le notti insonni😀

Link to comment
Share on other sites

  • 4 weeks later...

Eccoci qui, 3 giorni dopo la 24h di Le Mans, ad inaugurare l'ultima tornata di commenti.

Nel dopo Spa avevo scritto che sarebbe servita leggerezza e voglia di divertirci e, col senno del poi, direi che c'ho azzeccato.

Di leggerezza ne è servita tanta per sopportare tutte le sfighe che ci sono capitate (copioincollo dal debriefing):

  • Connection Lost subìto da Ivan mentre era vicino ai Musto (anche loro CL), quindi probabilmente dovuto ad un bug di rF2 (Ivan non farti mettere una linea ridondata, non è il caso)
  • Rottura della cella di carico del mio freno: leggero degrado giusto prima di entrare sul server e nel giro di uscita, crollo giusto alla staccata più pericolosa del circuito, Mulsanne, con conseguente urto frontale contro le barriere e circa 410 secondi di danno. Successivo giro lento causa pressione del freno al 40% circa e cambio pilota con Andrea che ha dovuto farsi due stint in piena notte fuori dal suo orario di disponibilità (sposalaaaaaaaaaa!)
  • Connection Lost di Tommaso (credo, in quel frangente stavo cercando di dormire pensando che avrei corso)
  • Problema al potenziometro dell'acceleratore della mia pedaliera (la stessa delle cella di carico) :46: con conseguente ripianificazione dei turni
  • Crash di rF2 di Andrea poco prima di dare il cambio ad Ivan (credo alle 9 circa) con conseguente compromissione dell'installazione di rF2, reinstallazione da zero da parte del buon Andrea, riconfigurazione delle varie impostazioni (il JSon era corrotto) e rientro fresco come una rosa da parte del Bruno
  • Rottura del motore a causa della probabile fine vita del motore stesso (non conosciamo il limite di RPM di sicurezza, probabilmente è inferiore a 8500 e tirando per 18 ore le marce quasi a 9000 abbiamo ridotto la vita pur non superando mai la temperatura a rischio)

Se nelle altre gare abbiamo raccolto risultati importanti grazie a strategia, costanza, attenzione agli errori (ma sul passo avevamo sempre qualche decimo da recuperare), a Le Mans la prestazione è stata da top ten senza ombra di dubbio anche per la velocità in pista. Lo dicono i dati, anche torturandoli all'inverosimile. Ho controllato più volte di non aver fatto errori, ma niente, l'auto #249 del ROTW Racing Team era tra le 10 più veloci.

Non posso che dire un gigantesco BRAVI a chi ha corso e a chi ha dato una mano senza scendere in pista, ugualmente importante per il raggiungimento del risultato.

In particolare penso ad una sera in cui Ivan era un po' giù di tono e non capiva come mai prendesse 1 secondo secco dal suo gemello Andrea. Ricordo come tutti quanti lo abbiamo incoraggiato e come Stefano lo abbia aiutato seguendolo come una chioccia (lo ha fatto anche con me, ma io sono una capra ed il secondo non l'ho tolto).

Per la cronaca: Ivan ha messo giù degli stint fenomenali e i dati dicono che in questa gara è stato più veloce di Andrea. Credo che questo sia un grande insegnamento per tutti.

 

Riguardo a me: pesantezza. Ma non dovevo essere leggero?

Vi confesso che le ultime gare mi sono pesate. Da Sebring compreso in avanti non ho avuto lo stesso piacere nel correre. Credo ci siano svariati fattori, ma la sensazione di non essere mai preparato abbastanza è la cosa che mi ha limitato maggiormente. Pensare di avere costantemente il tempo contato per girare (in pausa pranzo, i venerdì sera o comunque nei weekend in cui potevo) e sapere di poter essere un freno per la squadra mi ha condizionato troppo e mi ha tolto un po' di gusto.

Questa sensazione spiacevole, che credo mi abbia reso abbastanza noioso, è stata comunque superata dal piacere di far parte di questo gruppo e dalla soddisfazione di aver contribuito, anche se in minima parte, al raggiungimento di obiettivi che ci sembravano inarrivabili ad inizio stagione.

Giusto per metterlo nero su bianco: siamo arrivati ventiquattresimi su 68 squadre iscritte, lasciandoci dietro team titolati come 1Aco, Caspian, GOTeam, SpeedyMite, Buttler-Pal (2 auto, di cui una ha corso in Div1), Williams Esports e battendo anche il team con cui ci siamo trovati più spesso in lotta in pista, i Cyber Lynx.

Parliamo del campionato endurance su rF2 più competitivo del mondo, è bene ricordarcelo. Tutto ciò mettendo sempre e comunque al primo posto la voglia di divertirci e dando spazio anche a fermi come il sottoscritto.

È con questa carica e questo spirito che si deve affrontare la prossima stagione, considerando che avremo un'arma in più che ci consentirà di alzare ancora l'asticella. Stefano ha già contribuito attivamente quest'anno, anche senza guidare in pista, quindi dal prossimo mi aspetto grandi cose.

 

Un grazie di cuore a tutti, è stato un piacere immenso e un grande privilegio far parte di questo gruppo :)

Link to comment
Share on other sites

Gara 9

Dopo aver letto il racconto di Alessio ho poco da aggiungere. I commenti finali non han fatto altro che farmi annuire per quanto li trovassi “miei”. Ma adoro scrivere e quindi via a tediarvi con un paio di racconti su quella che è stata una gara incredibile, epilogo di una stagione impressionante.

Preparazione:

il giorno prima di mettermi al volante della P2 su LeMans ero incredibilmente fiducioso, lo scorso anno mi ero fatto la gara in SRC con la Senna per un pazzo scatenato e avevo ben ficcata in memoria la pista, le curve, come e dove fossero. Quindi pensavo di “spaccare” e dare una sonora lezione al cronometro. Poi in auto ci sono salito, e il cronometro si è preso la rivincita alla grande, sbeffeggiandomi e con gusto pure….

Ma ancora una volta ho potuto apprezzare il gusto dello stare nel team, un tizio strano, con una parlata strana, sempre intento a fare salsiccine su altri lidi, decide di seguirmi passo passo, analizzando centimetro per centimetro la mia prestazione (che detta così fa paura, ma sto solo parlando del mio giro veloce su LeMans). Accelera li, frena la, ruota li e ruota la… smussa li, anticipa la e mi sono trovato a ridere guardando il cronometro. Grazie Stefano, come ho scritto sulla chat ora capisco perfettamente perche il TortellaSenior ti voleva a tutti i costi dentro al team.

A suon di giri e stint ho trovato il mio passo, sapevo che a quello dovevo puntare e restare fedele per non fare errori e per non creare casini.

Gara:

Se escludo la connessione persa nel mio primo stint, devo dire di essermi divertito davvero tanto a guidare sto mezzo. Stint piu lunghi del solito ma incredibilmente veloci (non per il tempo in pista ma per il tempo percepito in auto). Pochi errori e tanta goduria. Alcuni scene di terrore ma sempre in gestione.

Piccolo aneddoto: alla fine del mio quinto stint (credo o quarto, non ricordo bene) ero concentrato sulla guida, stavo affrontando l’ultimo giro prima del pit. Solo benza, niente cambio gomma, tutto preparato, richiesta pit da fare prima delle PorcheCurves. Ci sono!!!! Sono CaricO a molla. Sto arrivando alla Indianapolis, concentrati…. Poi sento “Ivan ma te non hai il muretto attivo ???”

Tommaso che mi chiede se ho problemi con Simhub. Nel frattempo affronto egregiamente la Indianapolis.

“ho tutto attivo, non va ????” rispondo al mio capo tecnico del momento

Tommaso : “no, non mi collego” nel frattempo ho affrontato quella mer*a della curva dopo la Indy, ancora oggi non so come farla….

“strano, ma non funzionava nemmeno prima del mio CL ????” Mi sale un po' di ansia nel frattempo…

Tommaso: “non lo so, ho provato solo ora e non va, sicuro che sia tutto regolare ????” io ora sono alle PorcheCurves e faccio fatica a respirare, figuriamoci rispondere. Le affronto tutte, una a una e ne esco illeso…. Sono quasi alle CorvetteCurves… Ziostambecco

“forse mi è cambiato IP, poi controllo…. ZIOCANNNNNN” – Ora dovete sapere che il ZIOCANN mi è sgorgato dal profondo perché nel frattempo ero dopo le CorvetteCurves e io non avevo ancora chiamato il PIT …. Nel parlare mi è uscito totalmente di testa…

Premi il bottone della richiesta PIT…

Fai la frenata di ingresso corsia BOX..

Diventa strabico perché con un occhio tenevo controllata la pista per fare le curve bene e per mettere il limitatore al momento giusto, mentre con l’altro guardavo la chat per veder apparire la scritta : “ i meccanici sono pronti sulla pitlane”….

Sudo freddo

Rallenta, fai la corsia box a 50kmh

La scritta non esce

Il pitbox si avvicina

Sudo caldo

Entra in piazzola e prega

Non mi è uscita la scritta ma quel santo del meccanico è uscito comunque a farmi il pieno aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaacherischiooooooo..

Tommaso: “tutto ok ????” probabilmente al mio ziocann si era spaventato

“TUTTO REGOLARE TOMMASO, ZERO PROBLEMI” mentito spudoratamente….. ma è andata bene :D

Conclusione.

Che campionato, siamo entrati in D2 e ci siamo rimasti per tutta la stagione. Abbiamo finito in PVENTIQUATTRO, se ce lo avessero detto al primo giorno avremmo chiesto solo dove firmare.

Grazie a tutti per il tempo, le risate, le ore perse e quelle guadagnate. Per le scimmie avute e fatte avere. Per avermi permesso di spegnere il cervello quando serviva e per avermelo fatto accendere su cose che hanno un peso importate.

Ma soprattutto grazie per avermi fatto fare questo VEC con una super P2 invece che su un maggiolone depotenziato.

 

Grazie, Graziella e grazie al ca…. se non aspetto con trepidazione settembre ed un nuovo VEC

Ivan

Link to comment
Share on other sites

Posted (edited)

Beh ragazzi, leggervi è sempre grandioso....

GARA 9 - 24h Le Mans - Chiusura stagione

Ci sono sempre sensazioni contrastanti quando si chiude una stagione, positive perchè si è comunque portato a casa qualcosa di positivo, soprattutto dal punto di vista umano visto quanto il gruppo funziona ed è coeso, dall'altra un po di tristezza perchè non ci si vorrebbe mai fermare a preparare gare insieme e gareggiare "il sabato alle 17".

Le Mans....eehhh.....per me è rammarico. Una delle cose che mi piace meno, è proprio quella di non chiudere una gara, tra l'altro una delle nostre capacità migliori in assoluto, che in gare endurance, non è per nulla scontato. Mi rincuora un po il fatto che analizzando il problema, si scopre che tuttavia non si poteva totalmente controllare questa volta.

Non mi soffermo più di tanto nel racconto della gara, dove ognuno stava facendo il proprio, riuscendo a rimanere concentrato nonostante 2 CL e potenziometri che si spezzano o rimangono a tutta "solo" nelle prima metà gara. La strategia ed il passo stavano pagando, si rimontava ed eravamo abbondantemente da top 10 e qualcosa di più. Sottolineo che fino alla rottura motore, e quindi quasi a 19 ore di gara, abbiamo portato a casa 0 incidenti e 0 DT per tagli, ripeto ZERO, vuol dire che eravamo in pieno controllo a dimostrazione della crescita esponenziale del gruppo. 

La stagione è stata un crescendo globale, come velocità, conoscenza della vettura, approccio alla gara ed alle strategie, è stato veramente un mix entusiasmante.

Sarò banale, ma se ripenso a gara 1 oggi, mi vien da sorridere. Se ripenso a quando vedemmo che il buon Jimmo ci aveva messo in D2 ed eravamo a contare quante gare potevamo resistere in questa divisione, mi vien da sorridere. Se ripenso a tutto quello fatto e detto in questi 8 e più mesi, mi vien da sorridere.

Mettiamo un punto qui a Le Mans con la consapevolezza di avere uno Zano in più dalla prossima stagione, ma soprattutto, abbiamo l'opportunità di affrontare una nuova stagione partendo da tutto quello costruito fino ad oggi.

Chiudo ringraziando qui pubblicamente tutti per la stagione conclusa:

Ivan, posso vantare di aver visto in lui "il pilota" da endurance, e lo sta dimostrando. Cresciuto in modo incredibile e può farlo ancora, basta crederci. Ma per questo ho in serbo qualche nuovo stimolo che gli svelerò solo la prox stagione :dente:. Fuori dalla pista lancia scimmie a ripetizione permettendo così a tutti di essere più felici (o infelici) spendendo soldi. Le fondamenta.

Andrea, l'enciclopedia del setup, oltre che instancabile tester. Si allena il doppio degli altri per essere prontissimo (e lo sarebbe), e poi il giorno prima della gara ti comunica con la sua voce ammaliante (cui non puoi dire no) che preferisce rimanere al muretto. In pista mastino e granitico, una certezza. Una colonna portante del team.

Lorenzo, il più veloce (ancora per poco B)). Il fratellino, il più giovane e rampante del team, deve iniziare a guardare dagli specchietti, perchè ci sono vecchie volpi che pian piano si avvicinano....positivo perchè così anche lui è più stimolato a migliorare. COmunque, il suo contributo fuori dalla pista è meno incisivo dei più vecchietti, ma noi l'abbiamo perchè la differenza la deve fare in pista e così è stato. Il riferimento!

Ale, eh...la mia metà :wub:. Se ripenso al contesto e sotto quale bandiera ci siamo conosciuti, mi vien da ridere. Ad ogni modo, presenza molto più pesante ed incisiva di quanto lui crede. Il lavoro che fa è enorme e assolutamente fondamentale, il lavoro sporco che chi ci guarda da fuori non vede, ma all'interno del gruppo si vede benissimo e contribuisce al risultato finale in modo assolutamente decisivo. Lui vorrebbe contribuire ancor di più in pista e lo capisco, la pista è il culmine di tutto quello che si fa dietro le quinte, ma sono sicuro che troverà il modo di togliersi soddisfazioni anche li. Fondamentale.

Ringrazio anche Sandone, che con la sua presenza quotidiana ci strappa via sempre qualche risata, oltre che aver contribuito al muretto qui a Le Mans. 

Zano, che dire...da pilota invisibile a Le Mans si è fatto almeno 3 stint al giorno di media, sfornando talmente tanti setup che non si aveva nemmeno il tempo di provarli tutti. Beh, a settembre!

Per quanto mi riguarda, è la prima stagione che torno operativo dopo anni, tra l'alto quasi inaspettatamente.
Mi sento solo di ringraziarvi, è stato un gran piacere e come già detto da Ale, un privilegio poter tornare a "giocare alle macchinine" con voi!
 
Edited by tuttotommaso
Link to comment
Share on other sites

Bhe ragazzi un altra stagione insieme è andata, ma che stagione!

Anche io per quanto riguarda la gara non credo ci sia molto da dire. Ancora una volta siamo stati praticamente perfetti, al di fuori della sfiga che ci ha colpito malamente proprio nella gara più importante. Ognuno ha fatto il suo passo senza fare errori ma soprattutto senza prendere penalità per tagli che era la cosa più fondamentale visto che praticamente tutti ne prendevano. Cosa che ci tengo a sottolineare: Noi siamo stati gli unici insieme ad un altro team che hanno scelto di fare la strategia con medie che pagava di più e che è secondo me un grande risultato di come si sia lavorato bene anche sul setup; e qui bisogna dire grazie anche e soprattutto a Stefano che ha fatto una montagna di giri e sfornava setup a manetta, un pilota veloce e costante come lui sarà un ritorno nel team che farà la differenza, D1 devi solo aprirci le porte :asdance:.

Per quanto riguarda voi ragazzi che dire, sono felice di aver concluso un altra stagione insieme e non vedo l'ora che arrivi Settembre per ricominciare. Siamo cresciuti TUTTI davvero tanto secondo me e per cresciuti intendo dire sia di costanza ma anche velocità, il gap che avevo solitamente con voi si è ridotto tanto :sgratasd: e di questo sono ovviamente contento anche perchè i risultati si vedono subito cioè ragazzi PVENTIQUATTROOOOOOOO SU 68 e si pigliavano i punti presenza di D2!

Io sono veramente contento di questa posizione finale perchè ad inizio stagione non eravamo partiti molto bene , ma abbiamo terminato tutte le gare tranne quest'ultima che non abbiamo completato tra l'altro per una motivazione ancora assurda che spero riusciremo a comprendere o che venga ben spiegata prima della prossima stagione.

Adesso pausa ma non rilassatevi troppo perchè per Settembre bisogna stare in forma!! 

 

FORZA ROTW!!🔴

Link to comment
Share on other sites

Si sarà capito nel corso del'anno che non amo scrivere, in più il mio ufficio ROTW mi impone un posizione scomodissima della tastiera, e questo non fa altro che aggravare la cosa...😬

A fine stagione però mi sento davvero di voler fare un enorme ringraziamento a tutto il Team, le ore passate insieme sono volate, e anche nel momento per me più complicato dell'anno, quando in teoria avrei avuto ben altro a cui pensare, tifare per voi al muretto per la P6 di Suzuka, ancora oggi mi fa venire la pelle d'oca!!!

All'inizio pensavo che sarebbe stato difficile rispettare i turni di allenamento "rigidi", strada facendo invece l'attesa per il mecoledì e per il venerdì sera, spesso erano al pari di quelle per il week end di gara. E in effetti, Tom dice bene, per la messa punto ho una vera passione 👨‍🔧

Ripensando a inizio stagione, alla macchina guidata a Silverstone (se non l'avete fatto caricate quel setup...fatevi due giri...e poi iniziate a ridere....) di strada ne abbiam fatta davvero tanta. Ognuno di noi ci ha messo quel che poteva e quel che sapeva, e mi fa fatica dividere gli aspetti, perchè io il Team me lo sono vissuto davvero come una unica cosa con un unico obiettivo! Anche nei piccoli bassi di ciascuno di noi, il gruppo ha sempre prevalso...che dire bello bello bello...grazie!!!
Un grazie extra a Stefano per l'apporto dato nelle ultime gare, in particolare a Le Mans, ed a Sando, che quando c'è...sappiamo che succede nel mondo...ma quando non c'è manca!

Tutti avete detto tutto, mi pare manchi solo un pensiero ai cugini del Team neroverde, a inizio stagione pensavamo gli avremmo presto ceduto il posto in D2, poi li abbiamo aspettati per qualche sportallata, che purtroppo non gli abbiam potuto dare. Tanta sfiga per loro, speriamo di trovarli il prossimo anno nella stessa divisione, non potendo sportellare una #972, mi dovrò accontentare di un ramarro 😅

PIVENTIQUATTROOOOOO 💪

 

Edited by Andrea Brunini
Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Create New...