Jump to content
Cruz

Gara 5 - Misano

Recommended Posts

misano_loc.pngLogo_briefing_nero.png

Spoiler

ART 5.1 SESSIONI DI QUALIFICA

La sessione di qualifica si svolge pochi minuti prima della sessione di gara e ha una durata di 15 minuti.

ATTENZIONE:

  • durante la sessione di qualifica non è permesso premere il pulsante ESC per tornare ai box, tutti i piloti devono effettuare il giro di rientro.
  • È consentito solo per il ritiro dalle qualifiche, una volta rientrai ai box in modo non corretto non è più possibile tornare in pista nella sessione corrente.
  • In tutte le sessioni di qualifica, se si esce dal server (per disconnessione o uscita volontaria) una volta riconnessi è vietato rientrare in pista.

 

ART 5.2 LA PARTENZA

Tutti i piloti devono schierarsi in griglia di partenza prima della fine del conto alla rovescia. Al momento della bandiera verde tutte le auto inizieranno il giro di formazione mantenendo la propria posizione in fila indiana. Durante questo giro è assolutamente vietato sopravanzare qualsiasi auto. È obbligo attendere la partenza dell’auto classificata davanti a voi prima di partire per il giro di formazione. È possibile superare solo nel caso in cui un’auto stia ritardando eccessivamente la partenza dalla propria piazzola o se ha avuto un grave problema durante il giro. Il pilota in Pole Position deve effettuare il giro di formazione ad una velocità bassa e costante (90km/h circa), evitare accelerazioni e brusche frenate e prima della fine del giro cercare di ricompattare il gruppo che si posizionerà in doppia fila come indicato dallo spotter. Il leader del gruppo può accelerare fino a circa 110 km/h prima del segnale di partenza e dare il via alla gara solo dopo la segnalazione di semaforo verde. È vietato partire prima del segnale di GO dello spotter, e non è possibile effettuare una partenza stile “ripartenza da Formula 1”.Nel caso in cui non sia stato possibile schierarsi in tempo in griglia di partenza, l’auto partirà dai box o in fondo allo schieramento in base al posizionamento effettuato dal simulatore. È vietato cercare di recuperare la propria posizione nel giro di formazione

 

ART.13  DOVERI DI OGNI GIOCATORE

  1. Conoscere ed accettare il presente regolamento.
  2. Assicurarsi che il proprio nome dentro ASSETTO CORSA COMPETIZIONE sia quello reale.
  3. Adottare, in pista, un comportamento “simulativo” che tuteli e preservi il divertimento altrui. Rispetto, conoscenza dei propri limiti = divertimento per tutti.
  4. Mantenere sui forum e in chat un atteggiamento educato e rispettoso nei confronti degli altri iscritti e dell’organizzazione stessa. Ogni comportamento giudicato inadatto sarà sanzionato, a seconda della gravità, con l’esclusione dal torneo. La DG NON TOLLERERA’ IN ALCUN MODO DISCUSSIONI E FLAMES INERENTI AD EPISODI DI CORSA. OGNI DIATRIBA E CONFRONTO, AUSPICABILE SU TONI CIVILI ED EDUCATI, DOVRA’ AVVENIRE SEMPRE PER VIE PRIVATE.
  5. Essere responsabile del funzionamento del proprio pc, modifiche al gioco attraverso l'editing di file (audio-grafica etc..) sono sconsigliati.
  6. Allo stesso tempo, sebbene non possa dipendere dal player, qualora nelle immediate vicinanze della corsa, gli admin ravvedano che un pilota mostri importanti problemi di connessione, potranno invitare lo stesso ad abbandonare la gara onde evitare ripercussioni su molti altri drivers in pista. I piloti dovranno seguire sempre le indicazioni degli admins.

 

ART.14  CHAT DI GARA E TEAMSPEAK/DISCORD

Durante le sessioni di Pratica l’utilizzo della chat scritta è libero e subordinato esclusivamente alle regole dettate dall’ educazione e dal buonsenso. Durante le sessioni di Gara e Qualifica è fatto DIVIETO ASSOLUTO di utilizzare qualsiasi chat, compresa quella vocale integrata dentro il software. Sarà disponibile un server Teamspeak/Discord, visualizzabile dal sito ufficiale, all’interno del quale verranno creati singoli canali per ogni gruppo di gara nel caso voleste condividere vocalmente laserata. Durante le sessioni di qualifica e di gara sarà concesso un uso “tecnico” della chat vocale per i soli casi inerenti episodi di corsa e comunque sempre ridotta al minimo indispensabile.

 

ART.15  COMPORTAMENTO IN PISTA

ROTW si è sempre distinta per annoverare tra le proprie fila piloti di grande correttezza e spirito simulativo; anche i criteri di selezione ed inserimento graduale nella community ne sono un esempio, nonché lo strumento principale. Adottate dunque in pista un comportamento “simulativo” che tuteli e preservi il divertimento altrui. Rispetto, conoscenza dei propri limiti = divertimento per tutti.

GT World Challenge (tipologia D)

  • Durata: 60'
  • Pitstop: Obbligatorio con cambio gomme (no pit window)

 

ORARIO SERVER:

  • PRATICA 20:00 (100’)
  • QUALIFICA 21.40 circa (15’)
  • GARA 22.00 (60’)

 

ORARIO IN-GAME:

  • Ven: Pratica 14:00
  • Sab: Qual 15:00
  • Dom: Race 20:00

 

METEO DINAMICO

La gara si svolge a fine Giugno con le conseguenti previsioni meteo:

https://it.weatherspark.com/d/72216/6/30/Condizioni-meteorologiche-medie-il-30-giugno-a-Misano-Adriatico-Italia#Sections-Temperature

Impostazioni Server:

  • "ambientTemp": 26,
  • "cloudLevel": 0.2,
  • "rain": 0.0,
  • "weatherRandomness": 2,

Previsioni variabilità:

image.png

 

Replay Qualifica
Replay Gara

Share this post


Link to post
Share on other sites
58 minuti fa, Niccolò Bilancini dice:

Buongiorno, moltiplicatore temporale assente come in gara 4?

Credo che per tutto il campionato sarà sempre impostato ad 1x ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 ore fa, Giusto_Giovannelli dice:

mi scuso con Marco e con Armando per che a causa di un paio di inspiegabili lag li ho tamponati...mi spiace...non so che fare con questa connessione!

La colpa non è tua, Giusto.

È incredibile che esista ancora un gioco online che non sospenda la rilevazione delle collisioni nel momento in cui un'auto si muove in maniera palesemente sbagliata. 

Più tardi magari posto il video. La tua auto è passata in mezzo secondo dall'essere a 100 metri di distanza dalla mia, a scivolare di traverso sull'erba, fino a finire nella mia fiancata per poi riapparire magicamente dove doveva essere.

Risultato: macchina mia distrutta e a muro, mentre tu non ti sei manco accorto di cosa fosse successo.

Come al solito Kunos fa' simulazioni stupende da guidare, ma di una stabilità al limite del vergognoso.

Solo dall'inizio di questo campionato, e contando solo me, due disconnessioni e un lag mortale. Così passa la voglia.....

 

Edited by Mattari

Share this post


Link to post
Share on other sites

Niente,  ricordo che skerzavo dicendo....tanto vedrai che piove...:crasd: e infatti siamo rimasti spiazzati, per il futuro nn dico un setup, ma una bozza di pressioni per le varie condizioni bisogna sempre farle...:bangin: peccato xke a Misano potevamo far bene -_-


I problemi piu grossi che ho avuto nn sono stati con le carambole successe nei primi giri ,ma al pit , nn ho fatto in tempo ad alzare le pressioni dietro che gia i meccanici avevano cominciato a cambiarle...li ho pensato al peggio :boat:, ma ho tenuto duro provando a spostare la frenata al posteriore giro dopo giro ma...fortuna era una sprint che è durata poco...:lol:

Complimenti al podio , a Biasso x la gestione di questa gara pazza  , anche da qui si vede che è abituato alle variabili del reale...e gran peccato per Armando, mi è dispiaciuto piu per lui che x me...-_-

Voglio sottolineare che abbiamo avuto ad ogni gara un vincitore diverso...davvero interessante sotto questo punto di vista...:clapping:


Alla prossima
  

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gara davvero entusiasmante.

Nelle qualifiche ho accumulato un pò di nervoso perchè non sono riuscito a chiudere un giro buono ma poi con la pioggia nella sessione di gara ho realizzato che dovevo calmarmi altrimenti sarei durato 2 curve.

Gara partita un pò in difficoltà con qualche contatto ricevuto involontariamente che poi è diventato un battagliare con Biasso nella prima fase e dopo il pit (credo di aver fatto un bell'undercut) ho guadagnato diverse posizioni ed ho azzeccato in parte le pressioni che mi permettevano di andare quasi come la prima parte di gara nonostante la pista più umida, bella battaglia nel finale con Monaco che ne ha approfittato del mio piccolo errore e se l'è portata a casa, campionato sempre più divertente!

Grazie a tutti e ci  vediamo nella bellissima Zandvoort.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anatema di Andrea a parte, credo di non aver mai fatto un giro, in queste settimane, con condizioni diverse da ottimo e 40 gradi….già il tracciato in veloce mi dava noie… qualifica leggermente sotto il mio obbiettivo ma non malaccio, con pochi decimi si faceva un bel salto avanti. Vista la condizione di partenza, qualche parolina gentile mi ha attraversato la mente, ma contando sui miei Soci ero sicuro che le indicazioni giuste sarebbero uscite...Allora Ragazzi che si fa….metti un psi in più click qui click la,...io faccio più 1.5.....io invece più 2, dai uno di sicuro la prende….:fischietta:🤣 Partiamo tranquilli, già dietro sentivo ringhiare ed ho preferito prima assaggiare l'auto che i muri, pressioni sbagliate, troppo basse quindi molto fredde, ma l'auto non era male e diventava quasi perfetta solo a sprazzi, forse in una piccola finestra tra grip e temperatura, che però non sono riuscito ad indentificare. poco male, nella prima parte l'evoluzione del tracciato è stata graduale e tolti un paio di traversi ed errori altrui, ho anche recuperato bene, bella lotta con Lorenzo che è stato molto bravo a neutralizzare un mio errore alla quercia dove sono entrato un po' troppo fiducioso, grazie a Lui abbiamo evitato il contatto. A volte riuscivo a tenere bene il passo dei veloci, però senza costanza, al pit decido di aumentare molto le pressioni, ritardo un attimo l'ingresso perché ho notato la pista in peggioramento ed era arrivato il suggerimento dall' ing per le rain, quindi un paio di giri in più potevano essere interessanti per capire se le rain potessero essere un opzione valida, Nessuno le ha messe nel 2dno stint? sistemo le pressioni prima del pit, pitto perfettamente ma mi accorgo di montare un set usato, sempre da asciutto, lo cambio al volo mantenendo la tipologia ma credo così di aver riportato le pressioni ai valori iniziali e quindi siamo punto a capo. Nel scondo stint il passo si alza ma anche in questo caso, nonostante si faticasse un pelo di più, andavo discretamente e l'auto era abbastanza bilanciata nonostante le gomme freddissime, non ero però competitivo come i primi quattro, però riuscivo a tenere al sicuro, dopo il 2ndo pit di Bilancini, il 4to posto che, per come erano le premesse, non può che essere per me un ottimo risultato, ovviamente agevolato da assenze importanti ed errori altrui. Peccato ancora per Armando, condivido con Andrea è un peccato che sia sempre incappato in difficoltà, non merita questa dose colossale di sfiga...per le doti di guida in primis e per l'impegno che ci mette e che mette a disposizione di tutti.  cmq anche sto giro sei dietro….:suka:

 

 

Edited by Bi@sso

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi questo campionato è davvero incredibile! 5 vincitori su 5 gare, che bello! 🙂

Passando alla gara, non credevo di fare la pole; sapevo che in tanti eravamo in grado di farla. E' stata proprio questione di millesimi ma prendere la pole è stato fantastico!

Non appena ho visto le condizioni della gara ho iniziato a preoccuparmi non avendo mai girato con umido/bagnato nei giorni precedenti. Vista la cazzata fatta alla prima gara (Monza) dove ero partito con le gomme da bagnato anche se la pista era solamente umida, decido di partire (come tutti) con le gomme slick. Primo giro difficilissimo con Bilancini che riesce a superarmi a causa di un mio "lungo" ma in ogni caso lui ne aveva di più.

I giri successivi ho cercato di abituarmi alle condizioni della pista senza rischiare troppo anche perché Bilancini se n'era andato e dietro avevano più o meno il mio passo. In ogni caso gomme super fredde con l'ng. che mi ripeteva continuamente "low tyre pressure, stay away from kerbs"...madonna che nervoso...e poi su una pista dove non devi fare altro che tagliare i cordoli. Tardo molto l'entrata ai pit (sapendo che avrei rischiato di subire l'undercat di Tortella e Monaco) perché vedevo che cominciava a piovere un po di più.

Visto che l'ing. mi aveva consigliato pneumatici da bagnato provo a dargli retta e monto le gomme da bagnato (così rispondo a Biasso che aveva chiesto chi aveva montato quelle da bagnato nel 2ndo stint). Purtroppo sbaglio le pressioni (ahimè la pista non era ancora così bagnata) e in 2 giri mi ritrovo le gomme giallo/rosse a 35°....quante bestemmie...perdevo minimo 1 secondo a giro da quelli davanti...fortunatamente la pista andava a bagnarsi sempre di più e quindi le pressioni piano piano sono scese a 33,5° e non ho distrutto le gomme.

Ultimi giri di gara quindi totalmente in gestione di quei 4-5 secondi di vantaggio su Biasso cercando di portare a casa più punti possibili.

Alla prossima a Zandvoort! 😉

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...